04/03/2021

ASSINDUSTRIA SPORT ATLETICA

Matteo Miani argento e record personale nel salto con l’asta

Una medaglia inattesa, ma, proprio per questo, ancora più bella da infilare al collo

PADOVA - Una medaglia inattesa, ma, proprio per questo, ancora più bella da infilare al collo. Ad Ancona, nei campionati italiani assoluti indoor, Matteo Miani sale a 5.32 metri, si migliora di ben 12 centimetri nel salto con l’asta e va a cogliere uno splendido argento. È suo il miglior risultato della squadra di Assindustria Sport in questa edizione dei Tricolori, in cui, però, altri quattro suoi compagni di squadra si qualificano per una finale. Sono Rebecca Pavan, già argento ai campionati nazionali under 23, e qui quinta nell’alto a quota 1.80, stessa misura che ha assegnato il bronzo; la sprinter Hope Esekheigbe, che ottiene il medesimo piazzamento nei 60 in 7”49; Federico Camuffo, a sua volta argento a livello under 23 un paio di settimane fa e qui settimo con 2.04 metri; e il campione italiano promesse Fabrizio Ceglie, sul traguardo dei 60 in 6”86. Unico atleta rodigino qualificato alla rassegna Davide Lei, che però ha deciso di non partecipare. "È stata una scelta difficile", afferma il suo allenatore Paolo Negrini. "Gli atleti purosangue amano gareggiare. Tuttavia, d’accordo con Davide, abbiamo stabilito che come “antipasto” la stagione indoor fino a qui affrontata andava bene e abbiamo cominciato già la preparazione estiva per 100 e 200 metri".

La copertina, come detto, spetta però a Miani, atleta di origini trevigiane di stanza però anche a Padova. "Non è stata una gara facile, per quanto mi presentassi con una buona misura mi portavo dietro lo scoglio psicologico dei tre nulli agli Assoluti estivi dello scorso anno al Colbachini. E si è visto quando mi sono trovato a superare i 5 metri, passati solo al terzo tentativo", il suo commento. "Poi ho cambiato asta ed è cambiata anche la mia gara. Ho provato anche i 5.42, ma a quel punto ero veramente stanco anche a livello nervoso. Penso di aver pagato l’ansia di questi giorni, ma sono ovviamente contento. Sapevo di valere questo miglioramento nella misura, anche se non c’era mai stata la gara giusta per centrarlo. Oggi tengo a ringraziare tante persone: mio padre, che mi ha seguito in pedana, l’altro mio allenatore Marco Chiarello, tutto il gruppo degli atleti dell’asta a Padova e, naturalmente, Assindustria Sport e il suo Direttore tecnico Ruggero Pertile, che ha sempre creduto in me anche nei momenti meno felici".

Ecco i risultati degli atleti di Assindustria Sport ad Ancona.

UOMINI. 60: 8. Fabrizio Ceglie 6”86 (6”84 in batteria); 60hs: 10. Cristopher Cecchet 8”26; alto: 7. Federico Camuffo 2.04; asta: 2. Matteo Miani 5.32 (PB).

DONNE. 60: 5. Hope Esekheigbe 7”49; 60hs: 15. Martina Millo 8”79; alto: 5. Rebecca Pavan 1.80.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette