15/08/2020

ROVIGO

Duomo e San Bortolo si gemellano sotto l'egida della Spal

Le società: "Primo passo concreto di un nuovo grande progetto di calcio a Rovigo"

ROVIGO - Si parte, e subito Duomo e San Bortolo, le due più grosse realtà di calcio giovanile in città si incontrano e mettono insieme le forze per costruire le squadre dei campionati giovanissimi e allievi.

Così mentre al Duomo si lavorerà per competere al meglio nel campionato regionale allievi (con l’adesione di numerosi atleti del San Bortolo), a San Bortolo, nel campionato provinciale, si preparerà la squadra regionale del prossimo anno.

Anche per i giovanissimi l’impegno è quello di portare in due anni una delle due squadre a disputare un campionato regionale.

Molte le cose che già accomunano le due società: oltre 40 anni di storia, una attenzione particolare al settore giovanile per fare emergere i talenti della città (senza importazioni), e soprattutto da alcuni anni formazione SPAL per allenatori e dirigenti.

E proprio nelle giovanili Spal già militano diversi atleti provenienti dalle due società, e altri sono stati visionati dai selezionatori nel recente campus Spal tenutosi negli impianti del Duomo e che ha visto la convinta adesione di numerosi ragazzi del San Bortolo.

Oltre al campus, presto saranno proposte diverse iniziative comuni per far conoscere alla città i valori che stanno alla base di questo gemellaggio; si partirà già martedì 18 agosto alle 18 presso l’impianto sportivo di San Bortolo con un Open Day per le squadre allievi (regionale e provinciale, nati nel 2004-2005) cui sono invitati tutti i ragazzi della città che vogliono conoscere la nuova proposta Duomo-San Bortolo.

Seguirà martedì 25 agosto, sempre alle 18, un Open Day per le squadre giovanissimi che si terrà al Duomo, mercoledì 26 agosto a San Bortolo si riceveranno gli esordienti mentre giovedì 29, ancora alle 18, i pulcini saranno al Duomo.

Altre più specifiche riguarderanno la formazione degli allenatori, l’abbigliamento, etc.

Questo, dicevamo, è il primo passo concreto di un progetto più ampio che chiameremo “Rovigo per Rovigo” (Rovigo2), un progetto che vuole portare tutte le realtà di calcio giovanile della città e frazioni a mettere insieme competenza ed esperienza per far nascere a Rovigo una realtà nuova di prima squadra che veda finalmente in campo a livello di categorie superiori ragazzi provenienti da un vivaio giovanile di Rovigo, una prima squadra che con questo vivaio finalmente collabori per riportare in alto il nome di Rovigo nel calcio.

Se il progetto biancoazzurro aveva il (solo) torto di venire calato dall’alto, questo nuovo progetto parte dal basso, da gente per bene che tutti i giorni fa funzionare strutture sportive, e si rapporta con le famiglie del territorio con trasparenti finalità educative e sportive.

Duomo e San Bortolo solo come settore giovanile (il Duomo ha due squadre Allievi e Juniores Regionali e una Seconda Categoria) mettono così insieme circa 300 ragazzi dai primi calci agli allievi, e sono in corso nuovi accordi per arrivare, prima dell’avvio della nuova stagione sportiva, a 500 atleti del settore giovanile e di base che costituiranno la solida base del nuovo “Rovigo x Rovigo”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette