22/09/2020

CICLISMO

Il 16 ottobre il Giro d'Italia passerà per il Polesine

Il percorso per Bosaro, Arquà e il centro di Rovigo dove ci sarà un traguardo volante

Il 16 ottobre il Giro d'Italia passerà per il Polesine

ROVIGO - Ora è ufficiale: il Giro d’Italia attraverserà il Polesine venerdì 16 ottobre. Oggi, infatti, è stato svelato il nuovo percorso della corsa rosa, dopo il rinvio del maggio scorso. Confermata in pieno la tappa che coinvolgerà direttamente la nostra provincia: la 13esima, da Cervia a Monselice, di 192 chilometri complessivi, con il circuito finale sui Colli Euganei con la scalata di Roccolo e del Calaone.

Dunque, questa - prima - storica edizione autunnale del Giro toccherà anche Rovigo, assieme ad altri tre Comuni polesani. Dopo l’omaggio a Pantani a Cesenatico, il giorno prima, la corsa rosa prenderà le mosse da Cervia venerdì 16 e imboccherà la Statale 16 con direzione Ferrara. Ma, “scansando” la città estense, il percorso del Giro virerà verso Ro Ferrarese per superare il Po a Polesella, e proseguire sulla Statale 16 attraversando Bosaro, per poi toccare Arquà Polesine ed approdare infine a Rovigo città, attraverso viale Porta Po. In città dovrebbe essere posizionato un traguardo volante: da valutare se su Corso del Popolo, che sarebbe senza dubbio sarebbe la soluzione più scenografica. La corsa rosa uscirà quindi dalla città attraverso viale Porta Adige, per attraversare il fiume sul ponte tra le due Boara.

Il Giro d’Italia, dunque, in questa inedita edizione autunnale, tornerà in Polesine dopo una sola edizione d’assenza. L’ultimo passaggio, infatti, risale al 2018 quando, sempre nel corso della 13esima tappa, il 18 maggio di due anni fa, da Ferrara a Nervesa della Battaglia, i “girini” scavallarono il Po a Polesella e salutarono il Polesine a San Martino di Venezze, dopo aver aggirato il capoluogo, puntando lo sprint in riva al Piave dominato allora dal veronese (di Vallese) Elia Viviani.

A livello generale, confermata in blocco tutta la seconda parte del Giro, che coinvolge il Nord Italia, comprese le scalate di Piancavallo (domenica 18 ottobre), Bondone e Madonna di Campiglio (mercoledì 21), e del passo dello Stelvio (il giorno dopo. Per recuperare le tre tappe olandesi, saltate a causa dell’emergenza Covid, l’organizzazione ha optato per una grande partenza da Palermo, e di spacchettare la tappa Castrovillari-Brindisi in due (da Castrovillari e Matera, giovedì 8, e da qui a Brindisi il giorno dopo) e la San Salvo Tortoreto Lido (con traguardo a Roccaraso domenica 11 ottobre, e da Lanciano a Tortoreto il martedì successivo).

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette