26/09/2020

ROVIGO NUOTO

La nuova frontiera del nuoto: gare vere, ma in differita

Ogni atleta verrà filmato nella propria piscina e i video verranno unificati su uno schermo per assegnare il vincitore

ROVIGO - Il nuoto riparte anche a livello agonistico la Rovigonuoto alla sua 51^ stagione agonistica consecutiva  è in prima linea in questa ripartenza sia al polo natatorio di Rovigo che nella piscina di Sant’Urbano. Con la seconda fase del covid19 gli atleti del nuoto hanno ripreso ad allenarsi nelle piscine delle rispettive società con gli opportuni regolamenti della federazione italiana nuoto, sanificazioni continue e si comincia a gareggiare, anche se con le dovute distanze ed individualmente.

Però, per confrontarsi a livello regionale, i dirigenti del Comitato Regionale Veneto della federazione italiana nuoto hanno deciso di far competere in modo virtuale gli atleti delle società il tutto coordinato dal vicepresidente regionale e presidente della  Rhodigium nuoto Silvano Lindaver con gli allenatori che registravano il video della prestazione di ogni atleta per poi inviarla al comitato regionale Veneto per l’archiviazione. Un tour-competizione “virtuale” che  iniziato alcune settimane fa vedrà la finale, sempre virtuale il 20 luglio e che verrà trasmessa sul sito della Finveneto.org e sui vari social.

Il vicepresidente Silvano Lindaver  ha detto ‘’Bisogna dire che questo tipo di manifestazione è la prima volta che viene proposto in Italia, e per essere alla prima esperienza tutti gli allenatori degli agonisti hanno sposato l’idea. L’adesione è stata ottima, con 24 società venete, otto trevigiane, sei padovane, quattro vicentine, quattro veneziane , una veronese e una rodigina ,le quali, sotto l’attenta guida dei loro preparatori ed allenatori hanno fatto gareggiare singolarmente i loro atleti, oltre 1200 nuotatori, nelle quattro specialità, farfalla, dorso, rana, stile libero, maschile e femminile, nelle quattro categorie di età’’. Ogni società gareggiava nella propria piscina con i propri allenatori che filmavano le prestazioni per poi inviare le riprese delle migliori prestazioni alla Federnuoto Veneta che li ha catalogati. Praticamente sono state 32 gare tutte filmate e cronometrate come una normale gara. Ora l’attesa è palpitante per vederne i risultati poiché solo la giuria ha i filmati di ogni singolo atleta e società e visto che solo i migliori quattro tempi per categoria e specialità parteciperanno alla finale. Come in una gara di campionato regionale o italiano, e questa si chiama Finale regionale Virtual Experience, il responsabile del videomaker proporrà un video, su uno schermo suddiviso in quattro parti, dove si potrà vivere la finale come si fosse vicino alle corsie in una gara ufficiale così da decretare il vincitore e la vincitrice e assegnare i titoli di campione regionale.Tutto questo è stato permesso grazie al gruppo composto dal vicepresidente della fin regionale Silvano Lindaver , dal coordinatore del progetto Luca Lucchetta, poi Nicola Zanon per la raccolta e controllo dei dati, il giudice arbitro Fabio Giordano, il Videomaker Gioele Simionato mentre per la “telecronaca” ed i commenti finali, con interviste ai vincitori, ci saranno commentatori Luca Sacchi indimenticabile campione del nuoto italiano e attuale commentatore tecnico del nuoto  della Rai e Walter Bolognani commissario tecnico della nazionale italiana .la ripresa agonistica dopo lunghi mesi vissuti  convivendo con il covid 19 è stata dura ma tutti gli atleti della Rovigonuoto  sia del gruppo che si allena al polo natatorio di Rovigo , sia del gruppo che si allena nella piscina di Sant’Urbano si sono impegnati al massimo coordinati dal tecnico e presidente della Rovigonuoto Stefano Bortolami ,  dai tecnici Carlo Costa e Massimiliano Negri. Entusiasmo e gare vissute al massimo delle possibilità di ciascun atleta  insoliti per la mancanza della visione diretta dell’avversario  ma con il massimo impegno un grande sforza di tutta la federazione  nuoto sia regionale che nazionale una ripresa che speriamo veda nel mese di agosto  le gare in piscina  a partire dal trofeo Sette Colli di Roma previsto a ferragosto che sarà anche campionato italiano assoluto e la ripresa anche delle gare in acque libere il nuoto e pronto ad aprire i motori verso le olimpiadi.

L’attesa ora è per il giorno 20 di luglio quando verranno pubblicati sul sito della federazione veneta le finali che poi verranno pubblicati anche sui social delle società  l’attesa per i video delle finali è spasmodica   i risultati poi verranno messi a disposizione di tutte le società e federazioni provinciali che  estrapoleranno poi i risultati degli atleti di ogni singola società.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette