04/04/2020

Il gruppo

L'integrazione si chiama Pettirosso

Il sodalizio è affiliato Aics, Fisdir e Special Olympics. Sei le squadre costituite dall'associazione guidata da Nicoletta Carnevale.

ROVIGO - L'entusiasmo virale di “Pettirosso”. Nel capoluogo polesano, a Rovigo, “Pettirosso” raggiunge l'eccellenza per lo sport integrato: sono infatti ben sei le squadre che l'associazione rodigina ha costituito insieme alla rete di società sportive che hanno creduto e che credono fortemente nei valori dello sport. Pettirosso, affiliata Aics, Fisdir e Special Olympics, opera con l’estrema convinzione che lo sport e le società sportive debbano essere in grado di accogliere bambini e ragazzi con bisogni speciali.

“Lo dimostrano le nuove collaborazioni nate - fanno sapere dalla società - partendo dalla meravigliosa realtà del Rugby Frassinelle con la quale si stanno sviluppando moltissimi progetti. Uno tra tanti, la nascita della squadra di rugby integrato che è allenata da Giovanni Tinazzo. Per quanto riguarda invece il karate, con il maestro Sergio Baire è nata la sinergia con l'associazione Shorei Kan (scuola del rispetto e delle buone maniere, nda)”.

Per la pallavolo, squadra allenata da Alice Morandi, i gemellaggi si stanno consolidando con diverse società del territorio. Oltre all’atletica leggera, anche per il nuoto promozionale e il nuoto agonistico spiccano moltissimi campioni che si sono distinti a livello nazionale ed internazionale, cresciuti dalla scuola nuoto e allenati dai tecnici Nicoletta Carnevale, Stefania Nalin e Roberto Nalin.

Ottimi risultati anche per il nuoto sincronizzato, condotto dall’allenatrice Oxana Samoltokova, squadra che detiene niente meno che il titolo italiano.

Sei eccellenze sportive che hanno come fine principale l'integrazione tra atleti e la collaborazione attiva tra le società sportive del territorio. La novità e il valore aggiunto è dato dalla supervisione educativa fornita dalla dottoressa Giulia Munari e il sostegno psicologico della dottoressa Alice Morandi. Queste ultime hanno l’entusiasmo e la volontà di diffondere in più regioni la ricchezza che offre la diversità dei ragazzi ed atleti dell'associazione Pettirosso.

La presidente dell'associazione, Nicoletta carnevale, é convinta che, “virale deve essere la convinzione che questi ragazzi sono un'opportunità ed una ricchezza per tutti”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette