05/04/2020

CICLISMO

Il Coronavirus mette in dubbio il Giro d'Italia

In dubbio l'evento ciclistico che il 22 maggio sarebbe passato in Polesine

Il Coronavirus mette in dubbio il Giro d'Italia

ROVIGO - Dopo il rinvio della Tirreno-Adriatico (programmata dall'11 al 17 marzo) e della Milano-Sanremo del 21 marzo a data da destinarsi, rinviato anche il Giro di Sicilia dall'1 al 4 aprile. E ora rischia anche il Giro d'Italia, previsto dal 9 al 31 maggio prossimi, che prevede il passaggio anche in Polesine, con la tappa del 22 maggio lungo la Statale 16 per i comuni di Polesella, Bosaro, Arquà Polesine e Rovigo. L'organizzazione Rcs Sport, insieme alla Federciclismo e all'Unione Ciclistica Internazionale, stanno cercando di trovare nuove date utili nel fitto calendario ciclistico. Ma il dato di fatto è che la Corsa rosa rimane davvero in bilico. E gli appassionati polesani potrebbero non riuscire a veder sfrecciare i loro beniamini lungo le strade e anche attraverso Corso del Popolo, il momento più emozionante e scenografico della tappa.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette