28/01/2021

PRIMA CATEGORIA

Andata difficile, la Fiessese deve riprendersi

Terzultimi nel girone D, i ragazzi di Vitali cercano il riscatto

Andata difficile, la Fiessese deve riprendersi

FIESSO UMBERTIANO - Non sta certo attraversano uno dei suoi periodi migliori la compagine biancazzurra della Fiessese che, prima della pausa forzata dovuta all’ordinanza per la diffusione del coronavirus, si è trovata ad occupare la terzultima posizione della classifica del girone D del campionato di Prima categoria, in piena zona play out, a quota 20 punti.

Eppure la partenza aveva fatto sognare e sperare i tifosi presenti sulle tribune del campo sportivo comunale “Bezzi” di Fiesso Umbertiano, che vedevano la compagine, guidata a quel tempo da mister Marco Trambaioli, dopo nove partite, mettere in cassaforte 14 punti collezionando tre vittorie, 5 pareggi e una sola sconfitta. Poi, qualcosa si è spento ed è iniziata una fase calante che ha registrato poche reazioni da parte di Carrieri e compagni.

Prima la sconfitta esterna con il Rovigo, poi con il Nuovo Monselice calcio, con il Pettorazza e, infine, con la Solesinese, hanno fatto chiudere ai biancazzurri un girone di andata diverso da come era iniziato. Il ritorno non è iniziato certo sotto una stella migliore e il tre a zero a favore dell’Arre Bagnoli Candiana ha messo in discussione la conduzione della squadra polesana. I primi giorni di gennaio mister Trambaioli, dopo due anni e mezzo, lascia così la panchina della società biancazzurra che viene affidata a mister Andrea Vitali già operativo e in panchina in quel di Vo' nella delicata gara contro il Colli Euganei. Purtroppo arriva un’altra sconfitta. Per Vitali si tratta di un ritorno a Fiesso perché già nella stagione 2003-2004 aveva ricoperto il ruolo di allenatore giocatore nell’allora Seconda categoria.

Si ricomincia e arriva la vittoria con il Granzette e il pareggio con La Rocca. Da quel momento, altre tre sconfitte hanno segnato il cammino dei biancazzurri che ora, nell’ultima fase di questo difficile campionato, devono assolutamente tirare fuori quella grinta di cui sono capaci, e iniziare a fare punti. Niente è ancora perduto e, in queste ultime otto partite, bomber Bovolenta e compagni devono pensare solo a mettere punti in cassaforte. Certo, si tratta di partite non facili e con avversari agguerriti e desiderosi di vittoria, ma i biancazzurri non hanno alternative: bisogna vincere!

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette