03/12/2020

RUGBY

Bersaglieri con la Coppa, ma si punta allo scudetto

La Femi Cz Rugby Rovigo Delta pensa già alla sfida contro il Mogliano

Bersaglieri con la Coppa, ma si punta allo scudetto

ROVIGO - Vincere tra le mura amiche del "Battaglini" il derby contro il Petrarca e portare a casa la prima Coppa Italia della storia è stato un sogno ad occhi aperti per la Femi Cz Rugby Rovigo Delta. Insomma, gli ingredienti per dire che sabato è stata una giornata da sogno ci sono tutti. Peraltro, non è stato facile. Il successo è arrivato dopo una battaglia intensa, durata ottanta minuti, che alla fine ha portato la squadra della Città delle rose ad uscire dal campo nella festa dopo una lunga contesa. E questo dà un peso specifico ancora più bello al trionfo.

Lo stadio Mario Battaglini era una bolgia al fischio finale: il club rossoblù ha ottenuto il primo obiettivo dichiarato della stagione. E’ stata una festa di sport, prima di tutto. Al termine della finale, i padovani sconfitti hanno ricevuto i complimenti a centrocampo dai vincitori. Quindi, è iniziata la festa fatta di cori, canti e colori. Medaglie d’argento ai giocatori del Petrarca Padova, all’allenatore e allo staff, per il traguardo del secondo posto. Medaglie d’oro, invece, per gli atleti del Rovigo, il tecnico Umberto Casellato e lo staff. A riprova di un match giocato ad altissimo livello, Matteo Ferro, capitano dei Bersaglieri, è stato incoronato come “Man of the match”. Insomma, tutto è girato come doveva.

E come non sottolineare la grande gioia del presidente Francesco Zambelli, che ha ricevuto la Coppa Italia, alzandola al cielo? Il compleanno, per lui, non poteva essere festeggiato in un modo migliore. Quindi la corsa con la coppa, portata dal capitano Ferro, sotto la tribuna dei tifosi, la tribuna Quaglio. Eppoi il terzo tempo, dove la festa diventa anche fair play. Tutti momenti indimenticabili, flash di una giornata memorabile per i colori rossoblù, per la città di Rovigo. Ma anche per il Polesine tutto. Una giornata che sarà ricordata per sempre. Nella mente dei tifosi resteranno quelle maglie infangate, quei visi quasi irriconoscibli, per la fatica e il fango.

Non resta che godersi questo trionfo. Anche se i rossoblù già questa mattina torneranno ad allenarsi in palestra. Il prossimo impegno è già sabato contro il Mogliano. “Sarà una partita dura, perchè loro hanno avuto tre settimane di stop quindi sono riposati e hanno potuto preparare questa partita nei minimi dettagli”, ha detto ieri coach Umberto Casellato. Che ha cercato di dimenticare in fretta la festa e ora pensa a ritrovare la concentrazione per lavorare al secondo obiettivo stagionale: lo scudetto.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette