17/04/2021

UISP ROVIGO

"Tornare bambini per educare al movimento e al divertimento"

Primo corso professionalizzante per gli insegnanti della scuola dell'infanzia

ROVIGO - Insegnare ai bambini tornando ad essere bambini, con un corso mirato proposto da l’Uisp Rovigo agli insegnanti che operano nelle scuole dell’Infanzia della Provincia. Un valore aggiunto per il curriculum vitae dei partecipanti, ma anche sigillo di garanzia offerto da Uisp sulla qualità degli stili di insegnamento proposto nelle scuole in cui opera l’associazione sportiva con molti insegnanti. Il Corso di Formazione Insegnante Ginnastica per tutti dai 0 ai 6 anni, è partito nei mesi scorsi a Rovigo, è riconosciuto da Uisp Nazionale, e proseguirà sino a marzo. L’Unione Italiana Sport per Tutti del capoluogo polesano ha lanciato la prima edizione di un corso programmatico per gli addetti ai lavori del mondo della scuola dedicato ai più piccoli. Ben 20 gli iscritti, soprattutto insegnanti di Educazione Fisica, educatrici di Nido, molti polesani e alcuni provenienti anche dalla provincia di Verona. Per loro la possibilità di arricchire il bagaglio curriculare di conoscenze ed esperienze ed essere sempre aggiornati e “a misura di bambino” nel mondo della scuola.

I formatori Uisp.  Alcuni relatori del corso professionalizzante sono Beatrice Andalò e Serafino Rossini (docente di educazione fisica e ricercatore di metodologie inclusive), conosciuti in Uisp da dieci anni, poiché costantemente protagonisti dei corsi di aggiornamento degli educatori Uisp (oltre che per i docenti delle varie scuole con cui l’Unione Italiana Sport per Tutti territoriale collabora). Per il corso di insegnanti di ginnastica da 0 a 6 anni il punto forte della loro proposta didattica è incentrato sul “Metodo Obliquo”, che valorizza l’inclusione di tutti i bambini. Nessuno escluso.  Il concetto dell’obliquità, permette a tutti i bambini di creare sempre diverse opportunità di vivere le esperienze che i loro insegnanti fanno apprendere loro. Uno stile unico che a Rovigo porta la firma della Uisp.

Circa 70 le ore di formazione. I moduli vengono snocciolati tra teoria e pratica. Al termine è previsto un tirocinio per la messa in pratica di quanto appreso. “Perché il corso di formazione in questione si differenzia da tanti altri?- spiega Elisa Ravarotto referente di Uisp Rovigo per il corso- Perché unisce la teoria e soprattutto la pratica per l’apprendimento e lo sviluppo delle competenze degli insegnanti protagonisti delle sei unità didattiche in programma. Ed è un plus per la qualità di insegnamento nelle rispettive scuole e strutture in cui operano gli insegnanti”.  

Insomma per gli educatori si torna a giocare e a muoversi con elastici, corde, palle, grandi teli colorati e tanti altri strumenti per conoscere e comprendere con metodologia pedagogica e poter insegnare attività ludico motorie, di gioco ed educazione al movimento ai piccoli alunni. Nessuno escluso.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette