24/09/2020

BASKET

Josè Ramos: "Non vedo l'ora di arrivare a Rovigo"

Il neoacquisto del Cipriani Nuovo Basket Rovigo arriverà in Italia il 3 gennaio

Josè Ramos: "Non vedo l'ora di arrivare a Rovigo"

ROVIGO - José Ramos è il nuovo giocatore del Cipriani Nuovo Basket Rovigo. Canadese, ma con passaporto portoghese, Ramos sarà in Italia il 3 gennaio, con un volo che da Toronto, via Lisbona, arriverà a Bologna. Nella sera dello stesso giorno, la nuova Pantera sarà presentata ai suoi nuovi compagni di squadra mentre il 4 gennaio mattina, Ramos sarà sottoposto alle varie visite mediche che dovrebbero concedergli il nullaosta a scendere in campo per gli allenamenti. Improbabile che la Federazione Italiana Pallacanestro riuscirà a tesserarlo entro la partita del 10 gennaio, vista la chiusura degli uffici per la lunga pausa natalizia. José Ramos avrà dunque più tempo per assimilare gli schemi della squadra ed inserirsi in un contesto di squadra già molto rodato, viste le dodici vittorie su dodici incontri della capolista Cipriani.

José, perché hai scelto l’Italia?

“Volevo provare l’esperienza di giocare in Europa e l’Italia veniva fuori spesso parlando con gli addetti ai lavori, che la definiscono come una delle zone con il miglior basket”.

Che aspettative hai da questa tua futura esperienza?

“Mi piacerebbe giocare in Europa per diversi anni. Questa è la mia prima esperienza e voglio apprendere la pallacanestro di questo continente, che è differente da quella americana. Non ultimo, voglio poter contribuire a far vincere il mio club”.

Qual è stato il tuo ultimo club in cui hai giocato?

“Ho giocato in Ontario, Canada, con i Niagara College Knights, nel campionato Ocaa. Qualche mese fa, abbiamo vinto la medaglia di bronzo”.

Quali sono le tue caratteristiche come giocatore?

“Sono una guardia che può essere schierata uno o due. Amo giocare sia in attacco che in difesa. Penso di essere un buon difensore”.

E quali sono i tuoi movimenti preferiti?

“Crossover da destra a sinistra con conclusione in pull over. E mi piace molto pure l’euro step”.

Cosa sai dell’Italia?

“Non sono mai stato in Italia. I miei genitori sono Portoghesi e sono stato spesso nel loro paese natale. So che Portogallo e Italia sono molto simili per alcuni versi. L’Italia è ricca di cultura, con ottimo cibo e persone eccezionali”.

A pochi giorni dal tuo arrivo, cosa ti senti di dire alla tua nuova squadra, coach e a tutti i tifosi che ti stanno aspettando a Rovigo?

“Non vedo davvero l’ora di arrivare a Rovigo per conoscervi. So che state già andando alla grande e anche io ce la metterò tutta per aiutarvi a vincere il campionato”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette