26/09/2020

ARQUA’ POLESINE

Giunge alla quarta edizione "A teatro con una stella"

La rassegna-concorso dedicata alla memoria di Davide Altieri partirà sabato 8 febbraio

ARQUA’ POLESINE - Il teatro continua nel nome di una stella. Parte anche per il 2020 la rassegna "A teatro con una stella", giunta alla quarta edizione e organizzata dal circolo ricreativo Monsignor Giacomo Sichirollo insieme alla compagnia teatrale Proposta Teatro Collettivo e Fita Rovigo, in collaborazione con l’assessorato alla cultura di Arquà Polesine e con la Parrocchia di Sant’Andrea. È una comunione d’intenti quella che lega tutte queste forze, il cui unico obiettivo è quello di essere sempre insieme a Davide Altieri, amico e attore prematuramente scomparso, al quale la rassegna-concorso è dedicata. Tutti gli eventi si svolgeranno nel Teatro Parrocchiale di Arquà Polesine alle 21.15.

La prima serata è prevista per sabato 8 febbraio con la compagnia di Camponogara Tuttinscena e lo spettacolo Una sberla della fortuna, due atti di Berini da Cooney per la regia di Agostino Nalon. La storia è un avvicendarsi di strani eventi e mancate coincidenze che partono da Enrico Perini che torna dal lavoro e scende dal treno, cercando nella sua borsa i guanti e la sciarpa. Ma si accorge che qualcuno deve averla scambiata per errore. All’interno troverà una cifra da capogiro.

Si proseguirà sabato 15 febbraio con El Zinquantin di Urbana e lo spettacolo Busie e bale dite in tribunale, due atti e regia di Lavinia Serenella Baron. La storia è ambientata il 15 ottobre 1964 ad una sagra di paese. La gente è in festa. C’è un dissidio che però nasce proprio quella notte tra due dei protagonisti della vicenda. Il terzo appuntamento sarà sabato 22 febbraio con la compagnia teatrale Arlecchino di Padova e lo spettacolo Xè rivà el castigamatti, tre atti di Svetoni e Boscolo per la regia di Gabriele Brugnolo e Gabriella Lion. La vicenda si svolge in casa Pantalin dove regna il caos a causa di Gaetana, capricciosa e bisbetica indomata.

Il quarto e ultimo appuntamento in concorso è previsto per il 29 febbraio con Teatro delle Ortiche di Padova e L’importanza di Essere Onesto, due atti di Oscar Wilde per la regia di Vittorio Attene. Questa “commedia frivola per persone serie” ritrae un arguto e pungente scorcio dell’aristocrazia inglese, un mondo dove la forza degli individui risiede in quello che dicono e non in quello che fanno.

L’ultimo appuntamento fuori concorso durante la serata di premiazione è previsto per sabato 7 marzo con la compagnia ospitante, Proposta Teatro Collettivo, che in occasione della festività dedicata alle donne, proporrà il lavoro Donne in guerra, atto unico tratto dall’indagine storia di Sonia Residori, per la regia di Giorgio Libanore. Questo lavoro vuole recuperare le storie della gente comune e in particolar modo delle donne polesane durante gli anni di guerra.

La giuria sarà composta da Luigi Carlesso in rappresentanza dell’amministrazione comunale, Giancarlo Lucchiari e Miriam Gregnanin in rappresentanza del Circolo Sichirollo, Achille Ferrari e Maurizio Noce in rappresentanza del Collettivo. Presidente di giuria sarà il professore e scrittore Gianni Sparapan. Ai voti della giuria critica si sommeranno poi quelli del pubblico presente. Ingresso al costo di 6 euro, abbonamento a 25 euro. L’entrata è gratuita fino ai 14 anni. Per prenotazioni: 3939760659.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0