05/12/2020

SALUTE E SANITA'

Anche la sezone Avis di Lendinara promuove l’invito al dono del plasma iperimmune

Il “plasma dei guariti” è impiegato nel trattamento di pazienti Covid

Donazioni prenotate, buona la prima

LENDINARA  - La sezione Avis “Gino Favaro” di Lendinara si unisce alle altre associazioni polesane del dono del sangue per promuovere l’invito anche ai lendinaresi al dono del plasma iperimmune da parte di ex malati sintomatici di Covid 19.

Il soprannominato “plasma dei guariti” è impiegato da tempo nel trattamento di alcuni pazienti affetti da Coronavirus e viene estratto dal sangue di persone che abbiano contratto il virus in precedenza, siano state sintomatiche e poi guarite. Avis Lendinara si fa portavoce del dono del plasma che per la Ulss 5 Polesana viene gestito dal centro trasfusionale di Rovigo al momento come unico centro sul territorio. Per poter rientrare nel protocollo di studio e quindi essere tra i candidati alla donazione del plasma iperimmune bisogna avere dai 18 ai 60 anni, aver contratto il virus Sars-Cov2 con sintomi e poi esserne guariti ed aver effettuato almeno un tampone con risultato negativo dopo almeno 10 giorni dalla manifestazione dei sintomi e dopo almeno 3 dalla scomparsa. Non è possibile donare nei casi in cui in passato la persona abbia avuto trasfusioni, gravidanze o aborti oppure per persone affette da neoplasie in atto o concluse.

L’Avis di Lendinara cosi come tutte le altre associazioni polesane del dono del sangue si unisce nel fare informazione circa la possibilità e le modalità del dono indirizzando al centro trasfusionale dell’ospedale di Rovigo per presa di appuntamenti o per informazioni più dettagliate. Il numero da chiamare è lo 0425 393407.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette