24/09/2020

PORTO TOLLE

Torna la Festa del Riso

Una decima edizione palcoscenico di eventi e prelibatezze a base di Riso del Delta del Po e non solo

PORTO TOLLE - Si è tenuta questa mattina presso la Sala Consiliare del Municipio la Conferenza Stampa per la Decima edizione della Festa del Riso, che si svolgerà da venerdì 18 a domenica 20 settembre presso l’Az. Agricola Cecchetto, sulla SP 38, a Porto Tolle.

La Festa del Riso, la cui gestione operativa è totalmente a carico della Pro Loco di Porto Tolle, rappresenta ormai a tutti gli effetti una rassegna rimarchevole che dà risalto alle eccellenze enogastronomiche del nostro territorio, e costituisce un’occasione di riscoperta della nostra identità, conservata nelle tradizioni e nei costumi del Delta del Po.

Il Riso del Delta del Po deve le sue particolarità alle caratteristiche uniche del nostro terreno, riconosciute e stimate a livello internazionale. Ed è nel cuore di quella terra, in forma itinerante, per valorizzare tutte le “isole” del Comune e le Corti Rurali, che si celebra questo prodotto, con l’auspicio di accrescerne, se possibile, il plauso.

La manifestazione itinerante quest’anno si svolgerà a meno di 3 chilometri dalla sede municipale di Porto Tolle, nella splendida cornice dell’Azienda Agricola Cecchetto, nel pieno rispetto delle norme anti Covid19. Ci saranno due varchi pedonali controllati da volontari della Protezione Civile, che metteranno a disposizione detergente per sanificare le mani e delle mascherine per chi dovesse averne bisogno, inoltre verrà dato un braccialetto, che consentirà di mantenere il numero degli accessi costantemente monitorato.

La Vicesindaco Silvana Mantovani: “A fronte del difficile periodo storico che stiamo vivendo a causa della pandemia da Covid19, delle conseguenze che ne sono derivate in ambito sociale, economico e morale, abbiamo voluto con forza riprendere il progetto della 10^ edizione della Festa del Riso, nella speranza e nell’ottica che essa possa costituire una vetrina per chi scopre il nostro Delta e uno spiraglio di luce e ritorno alla tanto sognata normalità per chi contribuisce alla sua realizzazione”.

La Festa del Riso coinvolge molteplici realtà locali, allo scopo di valorizzarne il ruolo, i servizi e i prodotti; di queste fanno parte le aziende risicole locali - l’AZ. AGRICOLA CANELLA, l’AZ. AGRICOLA CA’ BONELLI, la SOCIETà AGRICOLA MORETTO, COSVA PORTO TOLLE, CONSORZIO RISICOLTORI POLESANI – gli agriturismi – Rugiada e Caprissio - i comitati delle frazioni – Santa Giulia, Scardovari, Tolle, Polesine Camerini, Donzella - e associazioni – I Calabroni e ovviamente la Pro Loco - che, con il loro supporto, l’hanno resa un appuntamento che le comunità di Porto Tolle e delle zone limitrofe vivono con grande attesa e partecipazione.

Tale entusiasmo è giustificato dal valore della manifestazione come incontro e dialogo tra produttori, consumatori, istituzioni e soggetti che a vario titolo operano nell’ambito della filiera risicola e, più in generale, nel settore agricolo.

La Vicesindaco Silvana Mantovani: “Quest’anno le tre giornate saranno scandite da appuntamenti dedicati ad ogni fascia d’età. Vi sarà un’area per i bambini, con eventi specifici per fasce d’età, dai 2 ai 10 anni, un’area dove piccoli e adulti potranno assistere all’esposizione di rapaci, e vedere gli arcieri del Delta in azione. Ci sarà un’area spettacoli, dove verranno ospitati un Concerto di cantautori italiani con INSIRADA CANZONI D’AUTORE, il Concerto LIVE di Articolo J - J-AX & Articolo 31 Cover Band-, lo Spettacolo dei CORONA EVENTS – musica, danza e canto live, ballerini sui trampoli e acrobati – e lo spettacolo teatrale per famiglie e bambini  organizzato da Arteven, OMERO ODISSEA. Vicino allo stand gastronomico ci sarà inoltre un info point, dove si potranno noleggiare biciclette e compiere bellissime escursioni guidate tra Sacca Scardovari e l’Isola di Albanella”.

Presso lo stand gastronomico vi saranno piatti totalmente gluten free, molti dei quali anche senza lattosio, e, coerentemente con la filosofia che caratterizza la Festa del Riso, quest’anno abbiamo voluto porre l’accento sul contenimento del consumo della plastica, mirando a divenire una manifestazione 100% plastic free. – spiega la Vicesindaco - Oltre alle consuete stoviglie e bicchieri compostabili, chi vorrà avrà la possibilità di acquistare una borraccia termica perché ci saranno degli erogatori di acqua, dove si potrà prelevare tutta l’acqua che si vuole gratuitamente”.

Il Presidente della Pro Loco Santino Feggi: “Ringraziamo l’Amministrazione per averci spronato a realizzare anche questa edizione della Festa del Riso, nonostante il periodo che stiamo affrontando per il Covid19. Tra Pro Loco, Protezione Civile, comitati fiera e associazioni, saranno coinvolti circa un centinaio di volontari”.

La Vicesindaco e il Presidente della Pro Loco hanno espresso il loro più sentito ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questa decima edizione, a partire dalla Regione Veneto, la Provincia di Rovigo, il Consorzio Risicoltori Polesani, Veneto Agricoltura e il Parco Regionale del Delta del Po. Sono stati ringraziati per il prezioso supporto CIA, Coldiretti e Confagricoltura, nonché i titolare dell’Azienda Agricola Cecchetto, i volontari di Protezione Civile, associazioni e comitati fiera, la Polizia Locale, gli uffici comunali e tutti gli sponsor che attraverso materiale e fondi hanno sostenuto quest’importante manifestazione.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette