15/08/2020

CASTELMASSA

Premio d'addio per il capitano e per il medico

Conferiti ad Andrea Pezzo e Antonio Gallerani il simbolo d'onore per i servizi resi alla comunità

CASTELMASSA - Giovedì 30 luglio prima di cena al mercato coperto consiglio comunale speciale con solo 2 punti all'o.d.g.: conferimento del simbolo d'onore al capitano dei carabinieri Andrea Pezzo; conferimento della cittadinanza onoraria e del simbolo d'onore al medico di base Antonio Gallerani. Giustamente rigide le misure pandemiche, numeroso ma contingentato il pubblico.

Il sindaco Luigi Petrella ha giustificato i riconoscimenti "per la grande azione professionale e civile dei premiati, certo per Castelmassa, non dimenticando il territorio altopolesano".

Andrea Pezzo, classe 1982, sposato con due figli, originario di Mantova ma cresciuto a Soave, da un quindicennio nella Benemerita dove entrò come ex ufficiale di complemento, fu aggregato al battaglione di Bologna, per poi passare alla gestione del nucleo radiomobile di Rovereto. Capitano a Castelmassa dall'agosto 2016, rimarrà qui sino al prossimo 30/8; dal 31 andrà a comandare la compagnia di Cittadella, 20 mila abitanti rispetto ai poco più che quattromila massesi. Vanta numerose specializzazioni militari. In questa cerimonia era accompagnato dal colonnello Umberto Carpin capo del nucleo radiomobile rodigino e in rappresentanza del comandante provinciale, insieme al tenente Roberto Martinelli omologo in viale Fattori.

"Il simbolo d'onore - ha sottolineato il sindaco - consistente in una medaglia d'argento e in un diploma sia un giusto riconoscimento per un ufficiale che in questo quadriennio si è distinto per grandi capacità professionali e sicure doti umane, stando sempre in mezzo alla gente senza formalismi e collaborando in modo adeguato con il Comune". Al primo cittadino si sono associati l'assessore Eugenio Boschini e i consiglieri Paolo Gilioli e Franca Bernini; la sindaca dei ragazzi Chiara Mazzali ha letto un messaggio augurale. Il capitano Andrea Pezzo si è detto "onorato del riconoscimento. Sono stato bene fra voi, ringrazio i miei carabinieri per l'efficienza dimostrata, il Comune per la sintonia sperimentata, i massesi per la loro spontaneità  e la fiducia nell'Arma". Applausi convinti del pubblico in sala.

Il medico massese Antonio Gallerani, classe 1952, è andato in pensione lo scorso 30 giugno. Laureatosi a Ferrara nel 1977, specializzatosi in ematologia, nel 1978 le prime sostituzioni e le guardie mediche notturne e festive; nel 1981 diventa medico di famiglia, lavorando a Castelmassa per 39 anni. Rigoroso professionalmente, ha privilegiato il rapporto umano per i pazienti ognietà, diventando un punto di riferimento obbligato per moltissime persone in paese e fuori. Avrebbe voluto lavorare sino a fine anno onde sperimentare al locale punto sanità la medicina di gruppo ma problemi familiari glielo hanno impedito.

Il sindaco Luigi Petrella si è detto "felice di conferirti Antonio la cittadinanza onoraria e il simbolo d'onore. Sei stato tu massese il medico di fiducia di tanti di noi: il vero medico a tutti i livelli è quello che privilegia in primis il rapporto umano, viene poi la scienza di Ippocrate. Ci mancherai". Gli interventi di alcuni consiglieri hanno rafforzato con esempi quotidiani il giudizio di Luigi Petrella. Antonio Gallerani s'è detto "commosso del bel riconoscimento. Ho passato con i miei concittadini gli anni più importanti e belli della mia vita professionale. Grazie, grazie, non vi dimenticherò". Pure in questo caso applausi ripetuti e commozione generale.

Il sindaco di Castelnovo Bariano Massimo Biancardi ha consegnato "al capitano Andrea Pezzo e al dottor Antonio Gallerani la targa con l'effigie  civica castelnovese per la grande competenza professionale e le proverbiali doti umane a favore del mio Comune e del nostro territorio. Ci mancherete".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette