25/09/2021

IL LIBRO

Il coronavirus raccontato nel volume di Nicola Cesaro

Nel libro il viaggio nelle settimane della pandemia da parte del giornalista del Mattino di Padova

Il coronavirus nei Colli Euganei e in Veneto

29/07/2020 - 01:04

Il Coronavirus nei Colli Euganei. Il libro di Nicola Cesaro ne ricostruisce la storia. Il paese di Vo’ detiene il record di Comune con il nome più corto d’Italia, che condivide con altri due piccoli centri italiani, il ligure Ne e il piemontese Re. Dal 21 febbraio ha anche un altro primato: quello della prima vittima europea da coronavirus.

“La Storia del Coronavirus nei Colli Euganei e nel Veneto” comincia da qui, da una piccola vicenda locale che in pochi giorni diventa enorme e da subito proietta questo paesino in una dimensione planetaria. Vo’ diventa un “focolaio”, e con il lodigiano Codogno assurge alla notorietà dovuta alle “zone rosse”. Sono i giorni in cui si crede (e si spera) che “cinturare” le aree dei contagi conclamati possa circoscrivere la diffusione del virus: si cercano i pazienti zero, si indaga su chi abbia viaggiato da o per la Cina, ci si affida alle indicazioni dell’Oms, che purtroppo si riveleranno confuse e contraddittorie. In realtà il virus circola probabilmente da molto prima di quel fatidico 21 febbraio, quando l’ospedale di Schiavonia verrà prima isolato, e poi destinato interamente all’emergenza Covid.

Il libro di Nicola Cesaro (già autore per Typimedia del fortunato “La Storia dei Colli Euganei, dalla preistoria ai giorni nostri”) ricostruisce i mesi della pandemia in Veneto con straordinaria precisione e con la commovente sensibilità del testimone diretto che a questa meravigliosa porzione d’Italia è legato da radici fortissime. Le piccole-grandi storie di tanti protagonisti si intrecciano alle decisioni – mai semplici, spesso sofferte – degli attori politici, dagli amministratori locali al presidente della Regione Luca Zaia fino al governo guidato da Giuseppe Conte, passando per figure fondamentali come il virologo Andrea Crisanti.

Nel suo racconto, Nicola Cesaro esamina minuziosamente le caratteristiche della gelata economica e le possibilità di ripresa, in una regione che - dalla coraggiosa campagna dei tamponi fino alle idee imprenditoriali per la ripartenza - ha già dato molti segnali positivi al Paese e all’Europa. Nicola Cesaro è laureato in Lettere moderne all’università di Padova ed è giornalista professionista. Dal 2007 lavora come corrispondente per il quotidiano Il mattino di Padova.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette