30/11/2020

ADRIA

Accoltellarono una collega, rimangono in carcere le due ballerine rumene

Convalidato l'arresto per le due sorelle rumene di 27 e 18 anni

Tentato omicidio, rimangono in carcere le due intrattenitrici

ADRIA - Confermata la custodia cautelare in carcere per le due intrattenitrici rumene che, in concorso, sono accusate di aver accoltellato una collega di un night di Adria in mezzo alla strada (LEGGI PRECEDENTE).

Le due ragazze, sorelle, sono rinchiuse nella casa circondariale di Venezia. Questa mattina l’udienza di convalida dell’arresto dove il gip del tribunale di Rovigo ha confermato il fermo con l’accusa di tentato omicidio per l’accoltellamento di sabato scorso ai danni della 33enne rumena che è ricoverata in ospedale ad Adria.

Le due giovani sorelle, I. I. M. di 27 e T. A. M. di 19 anni, secondo quanto ricostruito dai Carabinieri della compagnia di Adria e del Norm di Rovigo, hanno ferito in modo grave con un’arma da taglio la 33enne collega, colpendola al busto e a un braccio, nelle vicinanze di via Scalo, mentre stava rincasando a piedi. Poi sono fuggite a Rovigo, dove sono state arrestate dai militari dell’Arma poche ore dopo, davanti alla stazione dei treni.

L’aggressione materiale, come risulta dalle indagini dei militari dell’Arma, è stata ad opera della maggiore delle due, con la complicità della sorella, al culmine di precedenti litigi causati dalla “gestione” dei clienti nel locale.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette