25/05/2020

GAIBA

“E’ il momento di avere senso di responsabilità”

Il primo cittadino Zanca lancia un importante messaggio dalla sedia del barbiere

Il messaggio del sindaco dalla sedia del barbiere: “Si riapre e adesso tocca a noi”

GAIBA - Il sindaco di Gaiba Nicola Zanca dalla poltrona del barbiere scrive ai suoi concittadini. In molti attendevano con ansia la riapertura delle attività, anche per andare a sistemare i capelli reduci, anche loro, da tre mesi di “autogestione”.

Tra questi, anche il primo cittadino Nicola Zanca che, nella giornata di lunedì, è stato tra i primi ad andare da “Simone”, suo acconciatore di fiducia, cogliendo l’occasione per salutare le attività del paese che hanno riaperto e per rivolgersi ancora una volta ai suoi concittadini, invitandoli ad utilizzare il buon senso.

“Il barbiere ai tempi del corona, tratto da una storia vera...”: inizia così il messaggio postato sulla sua pagina Facebook, accompagnato da una fotografia che lascia davvero poco spazio all’immaginazione.

“Siamo ripartiti per la fase 2 – continua il sindaco - abbiamo dato un taglio ad alcuni vincoli, speriamo non al buon senso, e neppure al senso di responsabilità, di cui abbiamo tanto bisogno. Abbiamo riaperto le nostre attività in paese, a cui va un grande in bocca al lupo perché i commercianti sono la categoria tra le più colpite da questa emergenza, e con le incognite che ci riserva il futuro non è semplice”.

“Coraggio – si legge ancora nel messaggio di Zanca, - Ma non molliamo, e per necessità si adottano dpi da sala operatoria, con le forbici ed il rasoio affilato tra le dita, ovviamente con guanti. ‘Così è (se vi pare)’, e se non vi pare è così uguale. Nel frattempo il barbiere taglia quel poco di chioma, rimasta probabilmente uno dei rari barbieri in Italia che esercita la sua professione fronte una villa del '600”.

“Se non vi è mai capitato, a Gaiba succede anche questo – spiega ironicamente Zanca che continua - Come sarà andato il taglio? Capelli per terra e giugulare intatta? ‘Andrà tutto bene? Andrà tutto come faremo in modo che vada’ diceva Julio Velasco. È il caso di dire buon senso di responsabilità a tutti”.

Il sindaco chiude poi rivolgendosi ai suoi concittadini, citando una considerazione dello statista Aldo Moro.

“Se fosse possibile dire: ‘saltiamo questo tempo e andiamo direttamente a domani’, credo che tutti accetteremmo di farlo. Ma non è possibile. Oggi dobbiamo vivere, oggi è la nostra responsabilità. Si tratta di essere coraggiosi e fiduciosi al tempo stesso. Si tratta di vivere il tempo che ci è dato vivere con tutte le sue difficoltà”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette