22/09/2020

CARABINIERI

27enne dà fuoco alla marijuana per disfarsene ma resta intossicato

Rinvenute, nell'abitazione, oltre un centinaio di piante e numerosissime confezioni per lo spaccio

PORTO VIRO - Nella mattinata del 1° maggio 2020, i carabinieri della stazione di Loreo (ro), unitamente a quelli della stazione di Porto Viro (ro) e unita' cinofila del nucleo cc di Torreglia,  nell’ambito di una attivita' investigativa diretta a contrastare il fenomeno dello spaccio di stupefacenti, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 27enne di Porto Viro, resosi responsabile del reato di “coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio”.

I militari operanti, nel corso di una perquisizione all’interno dell’abitazione del ragazzo avrebbero rinvenuto e sequestrato:

• n. 129 piante di “marijuana”

• un sacchetto contenente 185 grammi di “marijuana” gia’ essiccata;

• un sacchetto contenente 1430 grammi di infiorescenze e foglie di “marijuana”;

• varie apparecchiature per la coltivazione e il confezionamento della sostanza stupefacente.

Il ragazzo, al momento dell’irruzione da parte dei carabinieri, nel tentativo di disfarsi dello stupefacente, avrebbe appiccato il fuoco all’interno di una stanza dove vi erano delle piante di “marijuana”,  rimanendo pero’ intossicato dalle esalazioni tanto da essere condotto in ospedale a Porto Viro per le cure del caso.

Questa mattina si e’ svolta udienza di convalida dell’arresto, dove sono stati disposti gli arresti domiciliari nei confronti del ragazzo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette