18/01/2022

CORONAVIRUS IN POLESINE

"Un milione e mezzo di euro di parcheggi e tassa di soggiorno completamente persi"

L'assessore al bilancio al Governo: "Siamo più penalizzati di altri Comuni, ci serve aiuto"

Rosolina Mare 12

25/04/2020 - 13:07

ROSOLINA - "Il Comune di Rosolina, nella seduta del Consiglio Comunale del 24 aprile 2020 tenuto in video conferenza ha votato all’unanimità l’ordine del giorno relativamente agli interventi immediati per i bilanci dei Comuni. In cordata con i Comuni costieri Veneti e i maggiori comuni turistici balneari di tutta Italia si è “alzato la voce” nei confronti del Governo in quanto il meccanismo di calcolo della perequazione del Fondo di Solidarietà Comunale sta fortemente penalizzando i Comuni che si vedono costretti a rinunciare a molte risorse dei versamenti IMU che i cittadini e i proprietari delle seconde case versano. Il Comune di Rosolina subisce un prelievo dalle proprie risorse di € 906.049,69 quale quota di alimentazione del Fondo di Solidarietà Comunale, e un ulteriore prelievo dalle casse comunali di €. 1.386.538,89 quale quota di solidarietà dopo operazioni di perequazione, compensazioni e attribuzioni", lo spiega l'assessore al bilancio Stefano Gazzola.

"Il meccanismo contorto mette in difficoltà i Comuni con un basso numero di residenti ed un elevato numero di seconde case come nel caso specifico di Rosolina. In alcuni momenti dell’anno i Comuni devono gestire presenze anche dieci volte superiori rispetto al numero dei residenti, ciò però con capacità economiche notevolmente ridotte dal Fondo si solidarietà Comunale destinato ad altri Comuni meno abbienti. Sono sempre stato in prima linea per portare avanti ai tavoli governativi questa disparità di trattamento rispetto alla maggior parte degli altri Comuni Italiani. In Passato mi sono riunito più volte con i 36 Comuni Veneti che contribuiscono ad alimentare il Fondo di Solidarietà destinato ad altri Comuni e con i Comuni di San Michele al Tagliamento, Jesolo, Cortina d’Ampezzo, Asiago e molti altri comuni turistici del Veneto abbiamo portato le nostre istanze ancora in tempi non sospetti. L’attuale emergenza sanitaria causata dalla diffusione del Coronavirus ha immediatamente generato gravissimi impatti economici sui bilanci degli Enti Locali, in particolare, sulla tenuta finanziaria a causa dei maggiori costi che si stanno sostenendo e dovranno essere sostenuti nonché del crollo delle entrate conseguenti al blocco di gran parte delle attività economiche".

"Faccio notare che a fronte di tale emergenza il Comune di Rosolina registrerà una sostanziale riduzione delle entrate (Parcheggi a pagamento, Addizionale Comunale all’Irpef, Cosap, Imposta di soggiorno, sanzioni sorgenti da violazioni del codice della strada, oneri urbanizzazione, ecc), corrispondenti a 1.300.000/1.600.000 di Euro, oltre a una prevedibile significativa insolvenza nel pagamento degli altri tributi e questa situazione sta mettendo a dura prova la resistenza finanziaria del nostro Comune. All’unanimità il Consiglio Comunale ha chiesto al Governo di istituire un fondo straordinario di almeno 500 milioni per i Comuni che si trovano ad avere un risultato negativo del Fondo di Solidarietà Comunale, azzerando il saldo negativo o in alternativa l’abbattimento del 70% di tale importo".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette