22/10/2020

AMBIENTE

Siccità, in Po l'acqua si sta esaurendo

Altre due settimane senza piogge e il Grande fiume è vicino alla secca

Siccità, in Po l'acqua si sta esaurendo

ROVIGO - Le ultime gocce di pioggia (4,6 millimetri in tutto) sul Polesine sono cadute sabato 4 aprile. Prima di allora, se si eccettuano le quattro gocce (meno di un millimetro registrato a Rovigo) di un mese fa, sabato 14 marzo, bisogna risalire addirittura al 5 e 6 marzo scorsi per imbattersi in una pioggia degna di questo nome. Insomma, sono 40 giorni che sul Polesine non piove. E il Po boccheggia.

L’allarme siccità è già scattato. A sottolinearlo, una serie di analisi dell’osservatorio permanente dell’autorità distrettuale del Po, secondo il quale i livelli del fiume sarebbero in costante calo e ben al di sotto della media stagionale. Addirittura, a Pontelagoscuro manca praticamente il 20% dell’acqua rispetto alle misurazioni normali di metà aprile. Il livello del fiume, insomma, è ridotto di un quinto.

Ma non è soltanto il Polesine in queste condizioni. In tutto il Nord Italia, e dunque su tutto il bacino idrografico del Grande fiume, non piove da settimane: dalla Valle d’Aosta agli Appennini, il cielo è terso. E le previsioni per i prossimi giorni non promettono “nulla di buono”: ovvero, annunciano che il tempo continuerà ad essere bello. Nessuna avvisaglia di pioggia per altre due settimane: “Il prolungarsi di queste condizioni dal clima secco - spiega Maycol Checchinato, appassionati di meteorologia e fondatore del seguitissimo gruppo Facebook ‘Bassa Pianura Padana Photo e Meteo’ - peggiora la situazione riguardante il deficit idrico. Al momento non sono previste piogge nel breve termine”.

E il rischio è che il livello dei fiumi si abbassi ulteriormente, avvicinandosi pericolosamente alla soglia d’allarme. Certo: il minimo storico, dice l’Aipo, è ancora lontano, ma l’acqua nel bacino del Po è in “lento e costante esaurimento”. L’unica, parziale, speranza è che le temperature sopra la media di questi giorni accelerino lo scioglimento della neve ad alte quote, che possa così compensare in parte il deficit idrico che rischia di mettere in seria difficoltà soprattutto il comparto agricolo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette