25/11/2020

CORONAVIRUS IN POLESINE

Altre due vittime del virus, avevano 73 e 59 anni

Il bollettino di oggi dell'Ulss 5 Polesana

Coronavirus, anestesista 35enne in terapia intensiva

ROVIGO - Un bollettino particolarmente pesante, quello di martedì 7 aprile dall'Ulss 5, che parla di due decessi. A dimostrazione di come il virus sia ancora in circolazione.

I deceduti. C'è stato un decesso stamane verso le 7 di una persona ricoverata in Geriatria. E' una donna del 1947 di Rovigo arrivata il 22 in ospedale a Malattie Infettive, con primo tampone negativo, poi il 31 in Geriatria, un nuovo tampone, ancora, negativo. Il terzo tampone era stato eseguito nella giornata di lunedì 6 aprile, risultato positivo. Si è spenta in mattinata, per cause che debbono essere ancora approfondite, dal momento che, se era entrata per sospetto coronavirus, aveva anche altre patologie cardiache. "Ora si tratta di capire - spiega il direttore generale dell'Ulss 5 Compostella - quale sia stato il motivo reale del decesso, anche se è indubbia la positività al coronavirus". "Ai familiari della donna - prosegue Compostella - vanno le condoglianze mie e dell'azienda". Il secondo deceduto è un uomo del 1961 del Bassopolesine, in particolare di Porto Viro, arrivato alle malattie infettive il 4 di aprile, da casa, con una importante compromissione respiratoria. Il 5 aprile è stato intubato e trasferito a Terapia intensiva a Trecenta. L'insufficienza respiratoria è peggiorata ed è deceduto alle 11 di martedì 7 aprile.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette