28/05/2020

CORONAVIRUS IN POLESINE

Maschere salvavita per medici e infermieri che lottano contro il virus

Oltre 700 gli schermi protettivi prodotti dalla città di Lendinara pronti per essere donati agli operatori del Covid – hospital di Trecenta

LENDINARA - A Lendinara la più grande scommessa contro il coronavirus è stata produrre gli schermisalvavita per medici e infermieri.

Hanno prodotto più di 700 schermi protettivi da donare agli operatori del Covid – hospital di Trecenta, in maniera artigianale ma sicura e perfomante alle esigenze di chi come medici , infermieri, personale sanitario, sono in prima linea contro la pandemia e a fianco dei malati.

Una solidarietà che affonda le sue radici nella generosa capacità dei polesani: ingegno e duro lavoro. Succede a Lendinara, rispettando norme e sicurezza, in collaborazione con il comune di Lendinara, il sindaco della città Luigi Viaro che ha messo a disposizione la sala (dove è stato possibile lavorare a distanza di sicurezza) della biblioteca - un gruppo di volontarie ha confezionato gli schermi.

Sono le speciali schermature al viso necessarie per chi lavora nelle divisioni covid, come quelle ora attivate all’Ospedale San Luca.

“Un grazie speciale chi ha fornito i materiali, a chi ha confezionato gli schermi, a chi ha permesso di poterlo fare in un luogo sicuro - spiega il Direttore Generale Antonio Compostella - sentiamo molto vicina la solidarietà della comunità polesana, della società civile, che ci supporta con gesti di enorme valore, per il quale esprimo la gratitudine mia e dell’Azienda tutta”.
Un brande abbraccio a: Sebastiana Giliberto, Nathalia Sales, Sandra Ferrari, Francesca Soffiato, Franco Fioravanti, Fratelli Cotta tappezzeria Fornitura pannelli spugna, Tecnoprint Badia, Tecnocopy Rovigo, Gamma Copy Lendinara, plastica Fornitura Elastici Mercerie Erica Bagattin, Luigina Bertelli, Alice Strinap. 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette