31/05/2020

CALTO

Il sottopasso è tornato ad allagarsi

Non trova ancora soluzione il problema all’innesto tra la bretella per Ceneselli e l’Eridania

Sottopasso ancora allagato

CALTO - Non trova ancora soluzione il problema del sottopasso ciclopedonale all’innesto tra la bretella per Ceneselli e l’Eridania, allagato da tempo immemorabile.

Lo scorso anno, il sindaco di Calto Michele Fioravanti, fresco di riconferma, aveva assicurato che il problema sarebbe stato risolto, utilizzando - per i lavori - i soldi incassati con l’autovelox presente sul territorio comunale: quei fondi sarebbero stati girati a Veneto Strade, che li avrebbe poi utilizzati per sistemare il problema di infiltrazioni. Ma ad oggi, ancora nulla è stato fatto.

La storia del sottopasso allagato risale a quasi dieci anni fa. Nel 2010 venne costruita la bretella tra Ceneselli e la Regionale 482, fortemente richiesta dai sindaci di allora. Sul lato ovest della strada, corre la pista ciclopedonale che termina con il sottopasso in cemento armato all’innesto con l’Eridania. La ciclopedonale da allora è stata ampiamente frequentata. Ma il sottopasso venne chiuso quasi subito a causa di grosse infiltrazioni d’acqua.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette