23/09/2020

CARABINIERI

Escono nonostante il decreto, si scopre che in auto hanno droga, coltelli e tirapugni

Denunciati due 18enni e un 43enne

Invece di stare in casa, vanno in giro col droga, coltelli e tirapugni

PORTO VIRO - In piena emergenza sanitaria, quando gli spostamenti dovrebbero essere limitati al massimo, per abbattere il ritmo di diffusione del virus, non solo ci sono persone che non rispettano le disposizioni d'emergenza, ma c'è persino chi lo fa per motivi illeciti.  Lo hanno portato alla ribalta, con chiarezza, i controlli dei carabinieri che non solo nelle ultime 24 ore hanno denunciato in tutto 31 persone, per spostamenti non consentiti e non necessari, ma si sono anche imbattuti in persone che si trovavano in giro con finalità molto poco rassicuranti.

I carabinieri della stazione di Loreo, in particolare, hanno controllato un'auto con a bordo due 18enni di Porto Viro, che se ne erano usciti da casa senza alcun motivo. Uno di loro, in particolare, aveva un tirapugni e anche un coltello a serramanico. Per questo, è stato denunciato anche per porto abusivo di strumenti atti ad offendere, oltre che per avere violato le disposizioni d'emergenza in tema di coronavirus.

I carabinieri di Porto Viro, invece, hanno controllato un 43enne tunisino residente a Porto Viro che, controllato in auto, avrebbe tentato di scappare. Si è schiantato fuori strada ed è risultato in possesso di circa 2 grammi di cocaina e di circa 670 euro in contanti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette