29/05/2020

BADIA POLESINE

Le "aule virtuali" per insegnare al Levi

Spazi di scambio per docenti e studenti online. Ma la preoccupazione è per le quinte classi

Le "aule virtuali" per insegnare al Levi

BADIA POLESINE - Anche il "Primo Levi" di Badia Polesine si reinventa con la didattica a distanza. In questi giorni, i docenti dell’istituto badiese si stanno adoperando per adempiere agli obblighi previsti dal ministero in merito all’emergenza da Covid 19, cominciando a mettere a disposizione dei loro studenti materiali didattici di diverso genere per favorire l’approfondimento e il consolidamento dei vari contenuti disciplinari attraverso il registro elettronico.

Nei prossimi giorni, inoltre, l’istituto si doterà della possibilità di offrire all’utenza anche le cosiddette “Aule virtuali”, ovvero spazi nei quali dovrebbe essere più facile e veloce lo scambio, in tempo reale, di informazioni tra docenti e studenti, che potranno anche ritrovarsi “virtualmente” insieme. “E’ chiaro che l’utilizzo delle nuove tecnologie - dichiara il dirigente scolastico Piero Bassani - è reso necessario dall’emergenza sanitaria che stiamo vivendo. Il diritto all’istruzione va tutelato e noi dobbiamo fare tutto ciò che è nelle nostre possibilità per garantirlo. Tuttavia, non possiamo sottovalutare che, soprattutto nelle zone periferiche e negli istituti comprensivi più piccoli, gli strumenti tecnologici, in grado di rendere la didattica a distanza davvero una risorsa, sono ancora un miraggio”.

Dovendo fare di necessità virtù, non rimane che organizzare l’attività di settimana in settimana, anche se la preoccupazione più grande è degli studenti delle 10 classi quinte dell’istituto, che non sanno ancora che ripercussioni avrà questa emergenza sul loro esame di stato. “Ci adegueremo alle disposizioni - conclude Bassani - ma non posso che unirmi a loro nell’attesa di notizie certe, facendo fede a quanto asserito dal ministro Azzolina, che ha annunciato un piano di emergenza che consenta di valorizzare comunque l’esame di questi ragazzi”. Per questa settimana, delle tre sedi dell’istituto, solo il “Balzan” resterà operativo per quanto riguarda la parte amministrativa e la possibilità, per i soli docenti, di accedere ai laboratori e ai vari strumenti didattici.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette