04/04/2020

POLESELLA

Gli aerei perduti per ricordare le storie della Seconda guerra mondiale

Accordo tra Comune di Polesella e Associazione Aerei Perduti Polesine per valorizzare il lavoro di ricerca

Gli aerei perduti per ricordare le storie della Seconda guerra mondiale

POLESELLA - Valorizzare le storie della Seconda guerra mondiale in Polesine partendo dalla riscoperta delle missioni aeree che hanno riguardato il territorio della provincia e che sono oggetto delle ricerche e degli scavi dell’Associazione Aerei Perduti Polesine. Con questo spirito, che è anche di valorizzazione delle memorie del conflitto, si è tenuto venerdì sera in comune a Polesella un incontro tra l’amministrazione comunale e rappresentanti dell’associazione che sta effettuando decine di scavi in Polesine, scavi che hanno portato al recupero di parti di aerei e, cosa straordinaria, considerata la distanza d’anni, alle storie dei piloti precipitati nei combattimenti.

Il lavoro dell’associazione, preziosissimo, ha consentito di mappare le zone di caduta dei velivoli e di dare corso a campagne di archeologia dell’aria affascinanti e di grande impatto emotivo. Diversi anche i crash avvenuti sul territorio del comune di Polesella, ancora vivi nei ricordi degli anziani di oggi che erano i bambini di ieri. Ecco quindi che tra il Comune guidato dal sindaco Leonardo Raito e l’associazione si è fatto strada un accordo che sarà finalizzato alla valorizzazione del lavoro di ricerca, attraverso dei pannelli informativi, per proseguire un percorso che dovrà portare, in tempi ragionevoli, alla possibile realizzazione di un vero e proprio museo che conservi i reperti e le storie raccontate anche nel bel libro di Elena Zauli, Aerei perduti 1943-45, edito da Sometti, che sarà presentato in aprile a Polesella.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette