22/05/2022

LUSIA

Lite violenta in famiglia, arrestato un 23enne

A chiamare i Carabinieri sono stati gli stessi familiari. All'arrivo il giovane albanese ha preso a calci anche i militari

Carabiniere modello costretto a difendersi al Tar

15/02/2020 - 13:38

LUSIA - Il 14 febbraio, alle 20 circa, i carabinieri delle stazioni di Lendinara e Badia Polesine hanno tratto in arresto per i reati di "resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale" un 23enne albanese residente a Lusia. 

I militari operanti, intervenuti presso abitazione dell'arrestato su richiesta di parenti di quest'ultimo perché vi era in corso un violento dissidio familiare, all'arrivo venivano aggrediti dallo stesso, che in quel frangente versava in uno stato di alterazione.

Nel corso dell'intervento il 23enne oltre a cercare di sottrarsi all'identificazione colpiva con dei calci i Carabinieri, procurando delle lesioni lievi ad uno di essi, rendendo così necessaria così la sua immobilizzazione e in conseguenza l'arresto.

L'uomo ha trascorso la notte presso la camera di sicurezza della stazione carabinieri di Rovigo in attesa della celebrazione del rito direttissimo, fissato per questa mattina.

L'arresto è stato convalidato ed è stato disposto l'obbligo di firma alla polizia giudiziaria.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette