23/09/2020

ADRIA

La tomba di Giulia, sfregiata dai vandali, è stata ripristinata

"Un gesto ignobile, sotto osservazione. Smettetela" scrive l'avvocato

Ripristinata la tomba di Giulia, sfregiata dai vandali

La sepoltura di Giulia Lazzari, 23 anni, nel cimitero di Bottrighe

ADRIA - In poche ore, è stata ripristinata la sepoltura di Giulia Lazzari, 23 anni, la giovane mamma e moglie di Adria uccisa lo scorso ottobre dal marito, Roberto Lo Coco, 28 anni, per il quale si avvicina il processo. La tomba, infatti, era stata oggetto di un raid vandalico che appare tanto sconcertante e ignobile quanto mirato: l'epigrafe, affissa in attesa della lapide, era stata strappata, mentre lumini e fiori addirittura rubati. Una vicenda che aveva lasciato senza parole tutta la città.

Un vero e proprio scempio, per rimediare al quale si sono immediatamente mobilitate varie persone, come ha voluto spiegare Enrica Fabbri, l'avvocato che segue la famiglia Lazzari, colpita dalla tremenda perdita. Lo ha fatto con una stringata, ma significativa, comunicazione sui social.

"Comunico formalmente - ha scritto sulla propria bacheca Facebook - che questa mattina la tomba di Giulia è stata ripristinata con amore e dedizione da parte delle persone che l'hanno amata e la amano ancora; sottolineo che l'atto compiuto nelle scorse ore è stato veramente ignobile e verrà approfondito nelle opportune sedi. Invito all'astensione da ulteriori simili e squallide condotte ora sotto osservazione. Chi ha orecchie per intendere intenda".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette