20/06/2021

FICAROLO

Lacrime e fiori per la maestra Patrizia

Al funerale di Patrizia Trevisani, morta a soli 61 anni, i suoi alunni hanno posto una rosa bianca sul feretro

FICAROLO - Una chiesa gremita ha salutato mercoledì pomeriggio, per l'ultima volta, la maestra Patrizia.  A confermare che si trattava di una giornata particolarmente triste per la comunità rivierasca, il fatto che il dirigente scolastico avesse deciso di anticipare la fine delle lezioni, nelle scuole d’infanzia e primaria del paese, alle 14.45, per dare la possibilità a bambini e colleghi della maestra di poter partecipare alle esequie.

Patrizia Trevisani, 61 anni compiuti lo scorso martedì, è venuta a mancare nel pomeriggio di domenica per un malore improvviso. All’arrivo del feretro nella centralissima piazza Marconi uno strano e commosso silenzio ha avvolto tutto il paese, in un’atmosfera quasi surreale: quasi come se l’intera comunità non volesse accettare la perdita di una persona tanto cara. Solo il suono delle campane ha riportato alla realtà delle cose, e in un corteo composto e ordinato i numerosi presenti hanno preso posto all’interno della chiesa. Il compito di celebrare la cerimonia funebre, alla quale hanno partecipato anche il sindaco Fabiano Pigaiani, il comandante della locale stazione dei carabinieri Valerio Maggiano e tantissime persone tra parenti, colleghi ed amici, oltre ovviamente i suoi affezionatissimi bambini, è toccato al parroco don Massimo Guerra, che nell’orazione ha voluto ricordare come la maestra Patrizia fosse persona particolarmente devota e impegnata all’interno della parrocchia. Al termine della sentita cerimonia, i “suoi” bambini della quarta elementare hanno voluto renderle omaggio, portando una rosa bianca all’altare della Madonna dopo la benedizione finale. Il corteo funebre ha poi accompagnato le spoglie della maestra Patrizia al cimitero comunale di Ficarolo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette