28/09/2020

SICUREZZA

Si fingono avvocati per ingannare gli anziani

Alcuni episodi sono stati segnalati tra Castelmassa e Ostiglia, ma le vittime non si sono lasciate raggirare

Carabiniere modello costretto a difendersi al Tar

CASTELMASSA - Casi di truffa dell'avvocato segnalati tra Castelmassa e Ostiglia, giovedì 6 febbraio. Per fortuna, in nessun caso il raggiro è riuscito, ma il ripetersi di episodi del genere non è un segno confortante: significa che in zona è attiva una banda specializzata nel mettere a segno furti di questo tipo, che hanno anche l'effetto collaterale di terrorizzare gli anziani e le vittime designate.

Lo schema è semplice, ma efficacissimo. Un malvivente chiama, qualificandosi come avvocato e spiegando a chi risponde al telefono che un parente ha avuto un grave incidente d'auto, del quale ha la colpa, è che è stato arrestato. Servono immediatamente soldi per la cauzione - un istituto che neppure esiste, nel nostro ordinamento, il che non impedisce al raggiro di funzionare - che a breve passerà un incaricato dell'avvocato a ritirare.

E' evidente, per un osservatore esterno, come tutto lo scheletro della truffa sia estremamente fragile. A consolidarlo pensano, però, l'esperienza e l'abilità dei truffatori e l'agitazione di chi viene all'improvviso messo di fronte a una situazione di emergenza che, per giunta, viene dipinta come molto grave.

Due casi accertati. Uno a Ostiglia, dove una donna ha interrotto la comunicazione, e uno a Castelmassa, dove pure il raggiro non ha funzionato. Per fortuna.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette