22/10/2020

ADRIA

Attive Terre, inizia il ciclo alla riscoperta del territorio

Francesco Visentin, ricercatore di geografia umana dell'Università di Udine, primo ospite del ciclo di incontri

ADRIA - "Il laboratorio paesaggio" è il titolo del primo incontro organizzato ad Adria, nella Casa delle associazioni, dall'associazione Attive Terre presieduta da Alessandro Andreello, nella quale ha relazionato Francesco Visentin, ricercatore di geografia umana dell'Università di Udine. E' stato il primo di tre incontri - gli altri sono sabato 15 e sabato 26 febbraio) della prima delle due attività che fanno seguito a “Il sillabario del paesaggio”, e con sabato 8 febbraio la prima de "Il laboratorio urbano" (le altre sabato 22 e sabato 29 febbraio), che insieme costituiscono un'occasione unica per la città e il territorio, per dare voce a tutti coloro che hanno una propria idea di città e che vogliono inserirsi in un processo partecipato per contribuire concretamente allo sviluppo territoriale. Si tratta di sperimentare una modalità innovativa e partecipata per mettere a fuoco una visione condivisa di città, e di paesaggio.

Visentin ha iniziato “l’esplorazione del e nel territorio” mediante la modalità della passeggiata nel territorio che lambisce la immediata periferia della città, ha illustrato attraverso 5 tappe tematiche a leggere il paesaggio, sotto diversi aspetti e con diverse modalità. Si è partiti in un gruppo silenzioso che a seguito delle 5 consegne che venivano fornite di volta in volta, tappa dopo tappa, con il supporto della lettura di brani letterari evocativi ed esplicativi, Visentin, precisava come percepire lo spazio che si attraversava, secondo quali criteri e con quali strumenti culturali e sensitivi coglierlo. Il tutto è andato via via ad arricchire un taccuino-diario che guiderà tutta l’esperienza.

Rientrati alla Casa delle associazioni Visentin, congedandosi con gli interessati partecipanti alla prima giornata ha dato le indicazioni per il successivo incontro dal titolo "Letture e visioni sul paesaggio" che è programmata per sabato 15 febbraio prossimo. L'attività del laboratorio paesaggio si colloca anch'essa all'interno del progetto denominato Cantiere paesaggio, un’articolata esperienza di co-progettazione sociale favorita e finanziata del Csv di Rovigo-Area Cultura, che ha un ricchissimo programma di azioni sulla tematica che varie associazioni di Volontariato promotrici quali Attive Terre Onlus di Adria, cui è posta in capo questa attività, l’Associazione Culturale di promozione Sociale Leonardo da Vinci di Villanova del Ghebbo, Cantieri Culturali Creativi di Rovigo, Il Manegium di Fratta Polesine e l’Associazione di Promozione Sociale “Focus Circolo Fotografico” di Adria  hanno approntato in questo ambito.

Il presidente Andreello, responsabile dell’attività, nell’introduzione iniziale ha fornito le informazioni generali sul progetto e le attività messe in campo, ha dato la parola per una saluto e l’augurio di un proficuo lavoro al nuovo assessore all’Ambiente e all’associazionismo del Comune di Adria, Matteo Stoppa, e poi alla consigliera del Csv di Rovigo Roberta Paesante, che a nome del presidente ha portato i saluti dell’intero consiglio direttivo del Centro servizi per il volontariato, orgogliosamente convinto nel sostenere questo innovativo progetto.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette