31/05/2020

BADIA POLESINE

Familiari e Ulss 5, polemica sui posti in Casa del Sorriso

Rette alte e poche impegnative per la residenzialità secondo il Comitato. L'Ulss 5 replica: "Nell'ultimo trimestre raddoppiate le impegnative"

Familiari e Ulss 5, polemica sui posti in Casa del Sorriso

BADIA POLESINE - I familiari della Casa del Sorriso tornano ad alzare la voce e, con una nota che è stata anche distribuita nella mattinata di domenica ai cittadini badiesi che si trovavano in piazza, il neoeletto comitato torna a puntare il dito sul caro rette, chiedendo, ancora una volta, che la rimodulazione delle tariffe varata lo scorso ottobre venga ritirata. Ma l'Ulss 5 Polesana replica sottolineando come siano stati stanziati nuovi fondi regionali e le impegnative di residenzialità, nell'ultimo trimestre, siano state raddoppiate.

“Ad ottobre - scrivono i familiari - una delegazione dei familiari della Casa del Sorriso è stata ricevuta dall’assessore regionale ai servizi sociosanitari Manuela Lanzarin. Ci sono state fatte delle proposte ‘speranzose’: l’aumento del fondo per la non autosufficienza, l’aumento della copertura delle impegnative di residenzialità al 90% per le strutture accreditate, una particolare attenzione per le strutture in difficoltà. Nella nostra casa di riposo abbiamo osservato un graduale aumento delle impegnative residenziali nelle prime settimane dopo l’incontro, a vari livelli, ma negli ultimi mesi ciò non è più accaduto e questo ci preoccupa molto. Nel frattempo, l’attuale cda della Casa del Sorriso ha deciso di approvare le nuove rette di ospitalità per i nuovi ingressi a libero mercato, di 98 euro al giorno per una stanza a due letti e 103 euro per una stanza singola. Riteniamo questa scelta sia, come abbiamo già detto, improponibile, controproducente e iniqua. Da fonti attendibili sappiamo che la percentuale del 90% dovrà essere raggiunta entro il prossimo mese di marzo, ciò significa che, per quella data, nella nostra struttura dovranno essere coperte almeno 150 impegnative residenziali su 168 posti accreditati. Ad oggi le impegnative coperte sono circa 123, ne mancano almeno 27 per raggiungere la quota prefissata. Più di 40 famiglie si trovano a pagare una quota che oscilla tra i 2.350 e i 3mila euro. Sono cifre insostenibili, sono un salasso per le famiglie, ognuna di esse deve far fronte all’integrazione della retta di almeno mille o duemila euro ogni mese. Auspichiamo che la rimodulazione delle rette venga ritirata; che non vengano aumentate ulteriormente e che vengano ridotte sensibilmente quelle più alte, e che la politica faccia il suo dovere, mantenga le promesse e si adoperi perché vengano mantenute. La nostra casa di riposo è un fiore all’occhiello per la nostra comunità e per il Polesine - concludono - sarebbe un peccato che non fosse aiutata come merita”.

Sulla vicenda l'Ulss 5 Polesana ha precisato che "la Regione Veneto, con la Delibera n.1759/2019,  ha provveduto a rafforzare l’assegnazione del Fondo per la non autosufficienza anno 2019 riservando al territorio dell’azienda Ulss 5, per l’area della residenzialità anziani, una integrazione pari a 1.231.280 euro in più rispetto agli anni precedenti, dimostrando, in tal modo, particolare sensibilità ed attenzione ai bisogni sempre più complessi della popolazione anziana". "L'Ulss 5 nel corso dell’ultimo trimestre 2019 ha soddisfatto le richieste dei cittadini aventi diritto che liberamente hanno scelto la struttura di Badia Polesine, emettendo un numero di impegnative pari a circa il doppio dei trimestri precedenti - aggiunge la nota - attualmente l'Ulss 5, recependo il nuovo riparto del Fondo per la non autosufficienza, sta operando in linea con lo stesso, provvedendo nello scorrimento della graduatoria e quindi all’attribuzione delle impegnative di residenzialità agli aventi diritto, nel rispetto del principio della libera scelta del luogo di assistenza e cura da parte del cittadino, che è uno dei valori  fondanti della nostra Regione".

 

 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette