19/06/2021

CSA ADRIA

"Csa? Tutto perfettamente legittimo"

Lo dice Gianluigi Rossetti, segretario comunale del comune di Adria

Allarme cancelli bloccati. E se succede un incendio?

ADRIA - “La nomina da parte del sindaco dei componenti del Consiglio di amministrazione del Centro Servizi Anziani, il Csa di Adria, è perfettamente legittima e il consiglio è correttamente insediato, nella pienezza dei suoi poteri”. Sono le parole del segretario comunale del comune di Adria Gianluigi Rossetti.

"E’ doveroso ricordare  innanzi a tutto - prosegue - che il Sindaco ha provveduto alle nomine in base all’istruttoria che ho espletato. Pertanto i rilievi sul mancato rispetto integrale di quanto disposto dalla deliberazione di consiglio comunale (n. 33 del 27/10/2018) sono da ricondursi esclusivamente a valutazioni di natura tecnica e  non politica. Ai sensi di quanto previsto dalla predetta deliberazione, devono sì essere messi a disposizione dei consiglieri comunali i curricula dei candidati a rivestire le cariche; ma anche che questi curricula non vanno in alcun modo pubblicati sul sito web del Comune (come erroneamente riportato dalla stampa), anche e soprattutto per ovvie ragioni di riservatezza dei candidati. Sul sito deve essere riportato esclusivamente l’elenco dei candidati (“l’elenco dei candidati deve essere pubblico e consultabile sul sito internet del comune”, dispone la deliberazione n. 33/2018)".

"Deve essere  evidente che, dal punto di vista tecnico, questo disposto appare di fatto inapplicabile, in quanto non viene previsto alcun termine minimo di giacenza dell’elenco sul sito web, né viene disposto alcun periodo minimo di intervallo tra il termine di pubblicazione e la nomina. La mancanza di questi termini temporali, non previsti nella deliberazione n. 33/2018, fa sì che l’adempimento di pubblicazione dell’elenco sul sito web sia, in pratica, completamente vuoto di contenuto e di effetti".

"“D’altro canto, va rilevato come il principio di trasparenza ricollegato al predetto adempimento (che nel nostro ordinamento ha certamente un importante funzione di controllo e di partecipazione popolare), debba cedere il passo, se ne ricorrono i presupposti, ad uno dei due principi fondamentali che sono sanciti dalla Costituzione (art. 97), cioè a dire quello di 'buon andamento della Pubblica Amministrazione'. A questo proposito si ricorda che la segnalazione da parte dei componenti di minoranza del nominativo del proprio candidato al Cda del Csa è avvenuta con tempi dilatati rispetto a quanto preventivato (la nomina avrebbe dovuto essere proposta durante il consiglio comunale del 15/1/2020, ma si concretizzò solo il 22/1/2020)".

"Tali slittamenti, e prima ancora il protrarsi generalizzato dell’iter di nomina, a fronte di un Consiglio di Amministrazione in scadenza, resero necessario procedere senza indugi; e quindi spinsero proporre, da parte del sottoscritto al sindaco, la rapida nomina sia dei consiglieri espressione dell’Amministrazione, sia del soggetto in rappresentanza della minoranza consiliare”.

“Pertanto, l’iter di nomina seguito, seppur non perfettamente aderente alla disposizione (che prevedeva, come già detto, che i curricula 'saranno a disposizione di tutti i consiglieri prima della nomina; l’elenco dei candidati deve essere pubblico e consultabile sul sito internet del Comune'), si ritiene che sia del tutto aderente al principio di buon andamento sopra citato, e che i rilievi presentati dalla consigliera Furlanetto non inficino la validità delle nomine, anche per l’inapplicabilità di fatto di questa disposizione, nel senso sopra chiarito".

"Le stesse presentazioni, in data 22/1/2020 (a nomine del 15 gennaio già avvenute), delle candidature da parte dei gruppi consiliari di opposizione, effettuate senza muovere alcun rilievo procedurale sull’iter seguito fin a quel punto, sono decisamente indicative in ordine al fatto che la mancata messa a disposizione dell’elenco dei candidati non costituiva un ostacolo dal punto di vista procedurale per gli stessi gruppi di opposizione. ”Tutto questo per ribadire che la nomina da parte del Sindaco dei componenti del Cda  del Csa è perfettamente legittima, e il Consiglio è correttamente insediato, nella pienezza dei suoi poteri".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette