21/09/2020

PORTO TOLLE

Il sindaco Pizzoli nel Giorno della Memoria: "Bisogna dire 'no' a odio e violenze"

Questa mattina le celebrazioni nella piazza principale di Ca’ Tiepolo

PORTO TOLLE - Lunedì mattina, nella piazza principale di Ca’ Tiepolo a Porto Tolle, è stato celebrato il “Giorno nella memoria” per non dimenticare le vittime dell’Olocausto. “Questo giorno ci fa capire che il significato va oltre quello che possiamo vedere in televisione e leggere nei libri - queste le parole del primo cittadino, Roberto Pizzoli - stamattina abbiamo visitato le scuole e ringrazio la disponibilità della dirigente scolastica e del vicepreside. Oggi viviamo un momento che non deve essere a sé stante, tra l’altro l’anno scorso abbiamo completato il giardino dedicato al Giorno della memoria e alla Giornata del ricordo, dove si può fare una piccola passeggiata, ci si può fermare e fare due chiacchiere leggendo le testimonianze di quei momenti tanto atroci".

"Tutti loro portano sulla loro pelle un marchio, non un tatuaggio divertente, ma un numero che è stato loro impresso perché ebrei - ha proseguito Pizzoli - oggi il messaggio che voglio dare è di non avere odio per nessuno e nemmeno avere paura, perché l’odio e la paura viaggiano sullo stesso binario. Quando invece si scontrano nascono le guerre e le discriminazioni tra persone che non si considerano uguali”.

Il sindaco ha invitato le scuole e tutti i cittadini ad essere diversi per cambiare il paese. La consigliera Cosetta Nicolasi, a nome di tutto il consiglio comunale, consegnerà la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre, testimone dell’Olocausto. “Anche lei ha la pelle segnata - ha continuato il sindaco - un numero perché schedata. La cittadinanza onoraria la consegniamo insieme ad un progetto scolastico che prevede la raccolta di frasi dedicate alla senatrice. Chiedo alle nuove generazioni di riflettere molto su questo argomento”.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette