05/04/2020

LUSIA

Dopo il successo rodigino, "Vivere in Italia" sbarca a Lusia

È partito ai primi di dicembre, sono una dozzina le donne che hanno colto l’occasione di partecipare

Corse per straniere: s'impara a vivere in Italia

Un momento delle lezioni pratiche

LUSIA - Prosegue con successo il corso per donne straniere "Vivere in Italia" che si tiene ogni venerdì al centro parrocchiale Papa Giovanni XXIII di Lusia. Partito ai primi di dicembre, il corso è organizzato dalla parrocchia di Lusia in collaborazione con l’assessorato alle Pari opportunità del Comune di Lusia e la Caritas Diocesana di Adria - Rovigo.

Sono una dozzina le donne che hanno colto l’occasione di partecipare al corso che offre loro l’occasione di integrarsi meglio nella vita quotidiana. Si tratta soprattutto di donne di origine marocchina. Le insegnanti del corso sono Elena Tomaini ed Elena Bido, che è anche consigliera con delega alle Pari opportunità del Comune di Lusia.

"E’ un corso che offre contenuti pratici del vivere quotidiano come fare la spesa o rapportarsi con il mondo delle istituzioni - spiega Elena Bido - Siamo soddisfatti di come sta andando e anche dopo la pausa natalizia la partecipazione non è venuta meno. Le corsiste hanno ripreso con impegno a seguire il corso. Non solo, siamo finalmente in grado di offrire un servizio di baby sitting per le partecipanti e di questo sono grata a Laura e Monica Targa che hanno dato la propria disponibilità".

L’iniziativa proseguirà fino al mese di maggio compreso. Per informazioni ed iscrizioni si può contattare il numero 0425/607026 (Comune di Lusia).

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette