17/04/2021

Polizia di stato

La truffa al contrario, comprano per svuotare il conto

Nuovi casi scoperti dalla polizia di stato ad Adria

Furto al bancomat della Coop, chiesta la condanna per sei persone

ADRIA - La polizia di stato si sta occupando da tempo delle truffe "al contrario", ovvero quelle in cui la vittima vende a qualcuno che con la promessa di pagare subito, induce a comporre dei codici per cui entra nel conto e lo svuota.

I malviventi, in pratica, contattano gli autori di inserzioni su siti online, per vendere prodotti di vario tipo, si dicono interessati e, poi, propongono al venditore di andare al bancomat, o al postamat, gli fanno inserire un codice, in modo da ottenere il bonifico. In realtà, con quel codice, si abilita il truffatore a prelevare migliaia di euro dal conto.

E' successo ad Adria, dove un 42enne a ottobre aveva denunciato al commissariato di pubblica sicurezza di essere stato truffato dopo aver messo in vendita su un noto sito di annuncia, una camera dal letto matrimoniale per 500 euro. 

In realtà l'uomo era stato inconsciamente indotto a effettuare due diverse ricariche al truffatore per 600 euro anziché riceverne 500.

La Polizia ha lavorato parecchio all'individuazione del truffatore, visto che l'unico dato di riferimento era il numero di scontrino rilasciato dall'Atm numero che trovava riscontro in altre trenta operazioni fraudolente analoghe, denunciate in tutta Italia.  Con la collaborazione degli istituti bancari della penisola e di altri uffici di polizia, si è risaliti all'individuazione dei truffatori, un 25enne e un 37enne di Roma, entrambi con precedenti per truffa.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette