18/09/2020

Adria

Il presepe colpisce e affascina

Quest'anno la città ha voluto dedicarlo ai caduti nella grandi guerre. Resterà visitabile ancora per pochi giorni

Il presepe etrusco colpisce e affascina

ADRIA - Ultimi giorni per visitare il presepio all’aperto in piazzetta San Nicola organizzato dalla Pro loco. Inoltre il percorso presepiale nel centro cittadino prosegue fino alla Galleria Massimo con l’installazione “Sulle vie del Natale” dove viene rievocata la vita quotidiana al tempo della nascita di Gesù grazie a Silvia Trevisan.

Molto partecipata la suggestiva cerimonia della deposizione del Bambinello che ha visto protagonisti i vigili del fuoco. Il corteo è partito da ponte Castello per raggiungere la Sacra Natività dove il vicario parrocchiale della Cattedrale don Nicola Brancalion ha impartito la benedizione alla presenza del sindaco Omar Barbierato e di una folla attenta e incuriosita. La presidente della Pro loco, Letizia Guerra, ha ringraziato “chi ha contribuito a diverso titolo alla realizzazione del presepe e in particolar modo la ditta Marco Piva che ha offerto alcune sagome raffiguranti le pecore e un pastore”.

Ha inoltre ricordato che “il presepe era previsto in Canalbianco, ma diverse problematiche logistiche hanno reso impossibile il ritorno del presepe sull’acqua, così è stata scelta questa nuova location ugualmente molto apprezzata. Vista la particolare posizione - sottolinea Guerra - la Natività è dedicata anche a tutti i Caduti delle grandi guerre che sul fronte non hanno potuto condividere la gioia del Natale. Per questo, durante la cerimonia di benedizione, è stato letto un breve racconto avente per protagonista un giovane soldato che realizzò un piccolo presepe in trincea con alcune piccole statuine portate da casa”. La cerimonia è stata impreziosita da alcuni canti natalizi interpretati dal coro Soldanella.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette