21/09/2020

ALLARME FURTI

Furti in casa, paura e rabbia. I ladri entrano in prima serata

Una banda di malviventi ha tentato diverse intrusioni. Poi la fuga

Ondata di furti, allarme in città

ROVIGO - Tornano a farsi vivi i ladri che, in questo periodo prenatalizio, stanno intensificando la propria attività criminale, come purtroppo sempre avviene in corrispondenza delle Feste, quando, come purtroppo sanno bene anche i malviventi, usualmente qualche soldino in più nelle famiglie circola.

Nella prima serata di mercoledì 18 dicembre, in particolare, hanno colpito in zona Cornè, una località tra Rovigo e Arquà Polesine. Per fortuna, pare che abbiano agito in maniera estremamente goffa, rendendosi protagonisti di numerosi tentativi di intrusione che, però, per fortuna sono falliti. Secondo i primi riscontri, i malviventi sono entrati in azione in prima serata, in un momento nel quale sarebbe anche logico attendersi che ci possano essere persone nelle case. Come, in effetti, era.

Una famiglia, infatti, ha udito chiaramente rumori sospetti: era in corso la tentata effrazione degli infissi, con i ladri intenzionati ad entrare per rubare oggetti di valore o contanti. Quando hanno capito di essere stati notati, sono scappati. I residenti hanno fatto a tempo solamente a vedere alcune persone che si davano alla fuga, per scomparire pochi metri dopo la nebbia. Probabile, infatti, che sia stata la presenza di questa a indurre i ladri a entrare in azione in un momento della giornata piuttosto inusuale.

Alla fine, la scorreria si è conclusa quando un tentativo di intrusione ha visto entrare in funzione il sistema di allarme, che ha costretto i malviventi a scappare in maniera definitiva. Come detto, non risulta ci siano stati furti riusciti, per fortuna.

Segnalazioni di furti arrivano anche dall’Altopolesine, ma si tratta di episodi piuttosto isolati, al contrario di quanto avvenuto la serata scorsa a Corné.

Da parte loro, le forze dell’ordine, raccolte le segnalazioni, hanno avviato le indagini del caso. In attesa che queste diano esito, vi sono alcune precauzioni di carattere generale che vale sempre la pena ripetere, dal momento che, spesso, basta poco per proteggersi da questi malviventi che non agiscono prendendo di mira un obiettivo ben definito, ma cercano semplicemente di mettere a segno il maggior numero di furti possibili nell’unità di tempo.

Non lasciare mai porte aperte, o infissi aperti, è la principale cautela. Spesso, poi, a fare la differenza sono sistemi di difesa passiva come le sbarre alle finestre, telecamere esterne, o un efficace sistema di allarme.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette