08/05/2021

IL PARERE

"Sotterrate le asce di guerra"

Le parole di Arianna Corroppoli, Coordinatrice provinciale Italia Viva

"Sotterrate le asce di guerra"

Osservare e parlare è un dovere per chi come me ha un ruolo politico.
Ma in certi casi, osservare e restare rispettosamente in silenzio è altrettanto importante e significativo.
Da diverse settimane ( dal 10.12 u.s. ) il maledetto virus si è insinuato nella Casa di Riposo di Adria e ivi ha portato il suo pesante fardello di dolore e morte.
Nell’esprimere la mia vicinanza agli ospiti della struttura, ai loro familiari e agli operatori che instancabilmente lavorano per riportare la situazione nell’ alveo della normalità che prima conoscevano, per assistere i contagiati e coloro che fortunatamente non lo sono, desidero formulare a tutte le forze politiche che ad Adria hanno rappresentanza il mio auspicio di veder cessare una diatriba che provoca comprensibili sensazioni di sdegno in chi soffre o è in pena.
Chi di dovere vigili attentamente affinché protocolli e procedure dettati dai regolamenti sanitari anti Covid, regionali e diretti dalla Ulss vengano rispettati e applicati in modo pedissequo e chi ha responsabilità decisionali e applicative ne risponda.
È di questa sera la notizia che prestissimo i vaccini arriveranno presso il Csa e con sollievo da parte di tutti, la loro somministrazione scaccerà paura e preoccupazioni e riporterà il giusto clima di fiducia e serenità che i nonni meritano.

Arianna Corroppoli
Coordinatrice provinciale Italia Viva

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette