01/12/2020

IL COMMENTO

"Commissariamento al Csa? Qualcuno sente nostalgia di Badiale?"

Il Movimento Civico IBC replica al consigliere di opposizione sul tema della casa di riposo

"Basta polemiche: nomine regolari, consiglio nei pieni poteri"

Quale sarà il vero motivo per cui il consigliere leghista Baruffaldi vuole chiedere il commissariamento del csa di Adria? Potrebbe essere perché l'attuale cda ha posto fine all'era Badiale, dopo che per anni ospiti, familiari e dipendenti avevano invocato questa scelta. Potrebbe essere perché l'attuale cda ha gestito l'emergenza pandemica tutelando gli ospiti, che in altre realtà sono stati investiti e a volte purtroppo travolti dal contagio, adottando e facendo rispettare protocolli rigorosi. Potrebbe essere perché oggi in Riviera Sant'Andrea si sta perseguendo la via della ristrutturazione e messa in sicurezza della struttura, senza sprecare soldi in progetti irrealizzabili. Potrebbe essere perché il cda della nostra casa di riposo é finalmente una squadra di persone composta da tante competenze che dialogano e decidono insieme, indipendentemente dal fatto che siano stati nominati dalla maggioranza o dalla minoranza.

Tutto ciò evidentemente non va bene al consigliere Baruffaldi, a cui piace forse una gestione verticistica della struttura, una gestione che non si preoccupi troppo del rischio contagio, una gestione che affidi incarichi per studi di fattibilità faraonici, una gestione diretta da Badiale. Ma al di là della nostalgia per la gestione Passadore si ha l'impressione che a Baruffaldi non vada bene semplicemente perché, anche e soprattutto, all'interno del consiglio di amministrazione della casa di riposo non siede un rappresentante della lega. Belli i tempi quando all'interno del cda c'era la sua attuale compagna di banco consiliare Beltrame. Allora Baruffaldi non pensava minimamente al commissariamento e, evidentemente, il clima in Casa di Riposo lo faceva pensare al migliore dei mondi possibili. Purtroppo per lui la stragrande maggioranza delle persone la pensa e la vede in modo diverso.

Purtoppo per la Lega, un anno fa le altre minoranze consigliari adriesi hanno scelto una persona preparata che risponde alla propria coscienza e competenza prima ancora che alle appartenenze e, soprattutto, la Lega non fa parte della maggioranza, perché la sua candidata Beltrame ha perso le elezioni. Non si rammarichi, però il consigliere, in giro ci saranno altre sedie su cui applicare ventose con relative bandierine verdi. A quel punto però, si decida se valutare l'adeguatezza delle persone al ruolo attraverso i voti presi o attraverso i titoli conseguiti o attraverso l'esperienza maturata, perché sembra regni un po' di confusione nel giudizio del consigliere leghista. Confusione confermata se facciamo memoria dei ruoli occupati a vari livelli, dal regionale in giù, da esponenti del suo stesso partito. Lasciamo a Baruffaldi il compito di chiarirsi l'idee, a noi non interessa "il politichese", ma la politica a servizio del cittadino. Il movimento civico Impegno per il Bene Comune nel sostenere l'azione dell'intero c.d.a. della Casa di Riposo ritiene che la strada tracciata sia quella giusta e che su questa strada bisogna andare avanti.

Ringraziamo, pertanto, il presidente Mori che insieme a Colombo, Pasquali, Braghin, Menini stanno lavorando con dedizione e impegno assoluti. Siamo convinti che anche i 20 tra i familiari dei 200 ospiti che recentemente hanno evidenziato criticità non vogliano tornare indietro. L'obiettivo primario é la salvaguardia e il benessere degli ospiti garantito da un personale che merita rispetto e considerazione per il delicato lavoro che svolge. Tutti insieme dobbiamo puntare lì.

Impegno per il Bene Comune Adria 

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette