24/09/2020

SANITA'

"Ma a Trecenta il reparto di medicina interna è previsto?"

L'intervento di Brusco Guglielmo, Rifondazione Comunista Polesana

Dal 2002 l'ospedale ha perso 86 posti letto

Guglielmo Brusco, esponente di Rifondazione Comunista

Ho letto con grande piacere dell’arrivo a Trecenta del Dr. Giovanni Vigna, nuovo Direttore di Medicina Generale al San Luca. Benvenuto, con la speranza che Lei sia il segno di una possibile ripresa per la sanità pubblica in Altopolesine. Giusto il ringraziamento alla D.ssa Maddalena Pizzardini, che Compostella ha fatto. Una brava e generosa professionista che speriamo raccolga presto ciò che in questo delicato periodo non ha raccolto, anche se ha dimostrato di valere molto come Direttore Facente Funzioni.

Leggendo poi in modo più particolareggiato le dichiarazioni del Dr. Compostella, mi sono venuti però alcuni dubbi. Naturalmente saranno dovuti alla mia impreparazione, ma a tale proposito chiedo:
- Esiste un reparto di Medicina Interna a Trecenta?
- E’ vero che la Medicina Interna di Trecenta ha 65 posti letto?
- E’ giusto dire che Trecenta ha un maggior numero di posti letto di Medicina Interna, rispetto ad Adria e Rovigo?

Tutto questo ritengo dovrebbe essere chiarito perché dopo aver consultato le schede ospedaliere del Veneto di cui alla Delibera di Giunta n. 614 del 14 Maggio 2019, io non ho trovato nessuna Area, nessun Reparto di Medicina Interna a Trecenta. Nelle schede ospedaliere succitate che il Dr. Compostella conoscerà certamente in modo dettagliato, io ho trovato solo l’Area Medica con l’Unità di Medicina Generale. L’unico riferimento “Internistico” nell’Area Medica dei 3 ospedali pubblici polesani, l’ho trovato ad Adria, relativamente ai 10 posti letto dell’Unità di Cardiologia. Non è che il Dr. Vigna debba andare a fare il Primario ad Adria?
Ed anche il numero 65, dato dal Dr. Compostella, come numero di posti letto di Medicina Interna del San Luca, non mi sembra possa corrispondere al vero. Oltre a non apparire Medicina Interna sulle schede ospedaliere venete 2019, per l’Ospedale di Trecenta risultano previsti in Area Medica soli 58 posti letto, altrochè 65!!! E, essendo solo il numero di posti letto di Area Medicina Generale confrontabile tra gli Ospedali di Trecenta, Adria e Rovigo, come ha potuto il Dr. Compostella dire che Trecenta ha “un maggior numero” di posti letto “rispetto a Rovigo e Adria”? Area Medica a Rovigo ha 200 posti letto e Adria ne ha 75.
E anche se si parlasse solo di Medicina Internistica, ripeto, nelle schede ospedaliere regionali, non ci sono numeri confortevoli per Trecenta. Infatti, l’Ospedale Altopolesano non risulta avere posti di quel tipo e, l’unico ospedale che può esibire posti Internistici risulta essere Adria.

E voglio ricordare a colui che sul suo curriculum si è presentato come Socio Ordinario Militante della Lega Nord, che il suo partito ha già abbondantemente colpito l’Ospedale di Trecenta. Dal 2002, con la Lega in Giunta Regionale del Veneto, poi dal 2005 con 5 assessori leghisti alla Sanità e con 10 anni di Presidenza del Leghista Zaia, i posti letto del San Luca sono passati da 222 a 132!! Al 2019 dunque siamo arrivati con un – 90 posti, pari ad un – 40%. Credo sia stato il taglio percentualmente più alto di tutti gli ospedali veneti. Tra questi anche i posti letto in Area Medica, passati da 76 a 58 (- 18 pari a – 23%).
Dottor Compostella. Ci spieghi bene: sono cambiate le schede ospedaliere 2019? Al San Luca sono previsti più posti? E, ci creda, sarebbe molto utile che ci dicesse anche quando sarà riaperto il Pronto Soccorso dell’Ospedale Altopolesano.

Brusco Guglielmo

Rifondazione Comunista Polesana

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette