08/07/2020

LA LETTERA

"Inutile litigare tra le diverse forze politiche. L'obiettivo è salvare vite umane"

L'intervento dell'avvocato Ezio Conchi

Conchi raddoppia e presenta 2 liste

Ezio Conchi

Una riflessione, sulla situazione che stiamo vivendo, che arriva da Ezio Conchi, noto avvocato di Rovigo e candidato sindaco a Rovigo alle scorse elezioni amministrative con le liste "Cambia Rovigo e Rovigo Futura".

Il coronavirus ci spinge per qualche settimana  a stare lontani gli uni dagli altri.  Io, però,  in seguito prenderò lo stesso le dovute distanze, politicamente parlando,  da coloro che, anche in questo periodo emergenziale, hanno continuato  a fomentare contrapposzioni innalzando barriere. Chi sta a bordo di una barca che sta affondando non può perdere tempo a litigare con il comandante sul perchè o per cosa,  deve solo prendere il secchio e svuotare la barca  dall'acqua. Poi arrivati a riva ci sarà tutto il tempo per la discussione.

Sentiamo e leggiamo di tutto. Molti  hanno la soluzione miracolosa in tasca, che poi non la suggeriscono a chi di dovere ma la sbandierano, inutilmente,  ai quattro venti, creando confusione, alimentando paure, sospetti e complotti. Ed è così, tanto per fare un esempio, si alimenta l'odio verso i vicini Stati d'Europa o  verso la lontana Cina. I primi tacciati di indifferenza, la seconda quale untrice mondiale. Non dimentichiamo mai che siamo, in questo momento, tutti sulla stessa barca. La nostra millenaria cultura ci spinge a salvare ogni vita umana e ne dobbiamo essere fieri.

Ma anche i cinesi si sono prodigati nella stessa  direzione, non scordiamo che hanno messo in quarantena, con misure più drastiche delle nostre, 60.000.000 di abitanti. Anche i francesi, i tedeschi, gli spagnoli si stanno adoperando come noi. Questo significa che, per tutti, la vita umana vale di più di tutte le proprietà dell'uomo più ricco della terra, come sembra abbia detto, a suo tempo, anche il  Che Guevara. Siamo molto più vicini che lontani, ma se non viene detto, o viene detto il contrario, passa un messaggio sbagliato.

In particolare chi ha funzioni pubbliche ha il dovere di sottolineare tutto ciò che serve per aggregare. Non scordiamo che tutti dobbiamo svuotare la barca dall'acqua. Stiano tranquilli i vari politicanti,  sappiamo comunque riconoscere le differenze e valenze politiche. Ognuno di noi ha un ruolo, cerchiamo di realizzarlo. Una volta portato a termine il nostro compito, solo allora ci prenderemo  il lusso di criticare. In questo momento di emergenza non si critica, si lavora per un unico obiettivo che è quello di bloccare la diffusione del contagio. Null'altro.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette