20/10/2021

DECORO

Ope Fiber: "Non c’è un termine cantieri"

La banda ultra veloce sarà una benedizione tecnologica ma le strade di Rovigo, le piazze ne pagano le conseguenze

Fibra ottica e collegamenti ultraveloci

Foto d'archivio

27/05/2021 - 16:52

ROVIGO - Rovigo è un cantiere aperto e i rodigini, operatori economici, semplici cittadini, stanno dimostrando tanta pazienza. La banda ultra veloce sarà una benedizione tecnologica ma le strade di Rovigo, le piazze ne pagano le conseguenze. Gli uffici dei Lavori Pubblici di Palazzo Nodari avvisano: non c’è un termine cantieri. E trapela una fatica anche tra gli addetti ai lavori del Comune, che ogni giorno devono “baruffare” per questo o quel lavoro mal eseguito. Qui e lì si notano marciapiedi coperti alla meno peggio e strade appena asfaltate riaperte. Una su tutte, via Mazzini, in pieno centro, che ora ha due pezze peggio del buco.

Non aspettiamoci - avvertono a Palazzo Nodari - miracoli per le strade interessate dai lavori per la fibra. Infatti pare che nonostante il regolamento comunale imponga alle società che lavorano per i sottoservizi di ripristinare le strade smantellate, per farle ritornare come prima, così non è per le telecomunicazioni, che a livello nazionale sottostanno a una normativa diversa. “Non possiamo imporre più di tanto le regole comunali”, è la risposta degli uffici. I contatti con le due società che stanno operando sono continui per questa o quella strada. Il decoro del capoluogo non ringrazia. Non ce n’era davvero bisogno.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:



Notizie più lette