19/10/2021

CONSORZIO UNIVERSITARIO ROVIGO

CNA Rovigo e CUR, un incontro per programmare il futuro

L'Università e i suoi studenti al centro della ripesa di Rovigo

L'Università e i suoi studenti al centro della ripesa di Rovigo

03/03/2021 - 22:06

ROVIGO - Si è svolto ieri martedì 2 marzo un incontro tra il neo Presidente del CUR Diego Crivellari e il Segretario provinciale della CNA di Rovigo Matteo Rettore. Al centro del colloquio la condivisione sul ruolo centrale che può avere il CUR nella nostra città.

Da circa un anno le due strutture (CUR e CNA) hanno firmato una convenzione che prevede il rilascio di una card agli studenti con cui usufruire di sconti nelle botteghe e nei negozi affiliati a CNA che aderiscono alla proposta. Circa 20 imprese hanno già aderito. Purtroppo la pandemia ha bloccato la presenza di studenti e messo in lockdown molti negozi. Nell’incontro si è però ribadita la volontà delle botteghe di CNA di valorizzare la presenza degli studenti nella nostra città: “Sono 2000 gli studenti che oggi frequentano corsi che si svolgono nella nostra città” dice Diego Crivellari “e nel prossimo futuro il CUR si appresta ad aprire in collaborazione con l’Università di Ferrara e quella di Padova ad aprire nuovi corsi. Inoltre si sta concretizzando l’apertura di uno studentato”. Insomma la presenza di giovani universitari sta diventando stabile nella nostra città e rappresenta una ricchezza culturale ma anche un’opportunità economica per le nostre botteghe.

Oltre alla presenza di studenti, CNA e CUR hanno concordato sulla volontà di potenziare alcune attività culturali e di approfondimento anche su temi economici in collaborazione con le due Università che fanno base su Rovigo. Convegni, percorsi e seminari possono trovare nella sede del CUR una naturale collocazione.

Infine si è avviata una prima riflessione sulla possibilità di dare ospitalità all’interno dei locali del CUR a delle esperienze di ITS (gli istituti tecnici superiori dedicati alla formazione tecnica post secondaria). “Il Presidente del Consiglio Draghi ha messo al centro questi strumenti che permettono di formare tecnici di grande valore mettendo insieme formazione e stage aziendali” ha aggiunto Matteo Rettore “nella provincia di Rovigo possiamo pensare di dare delle occasioni di crescita e specializzazione a numerosi ragazzi. Le imprese del territorio sono pronte ad assumere ragazzi formati e competenti”.

Insomma l’incontro ha messo le basi per una fruttuosa collaborazione che permetta alla presenza universitaria della nostra città di essere ancora più integrata con le imprese e il territorio. La speranza è che presto Università e imprese possano tornare alla normalità e quindi mettere a frutto questi progetti.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette