23/05/2022

CORONAVIRUS IN POLESINE

"Un obbligo morale, il vaccino per chi lavora in corsia"

Le parole della nuova dg dell'Ulss 5 Polesana, Patrizia Simionato

“Vada a casa e cammini”, ma il piede è ancora rotto

02/03/2021 - 14:01

ROVIGO - "Sotto l'aspetto della campagna vaccinale qui in Polesine trovo una ottima organizzazione, non facile in un territorio con questa morfologia e proseguiremo su questa strada, senza pregiudicare però poi tutte le attività del territorio e le tante eccellenze che ci sono nella nostra sanità", lo ha detto il nuovo direttore dell'Ulss 5 Polesana, Patrizia Simionato nel corso della sua prima conferenza di presentazione.

Sul fronte della questione, oggetto di scontro, della vaccinazione al personale sanitario, la nuova dg spiega di dovere ancora prendere appieno contezza della situazione, ma spiega come comunque il vaccino, per chi lavora in corsia, possa essere considerato una sorta di "obbligo morale", per la vocazione sociale del proprio lavoro e per il quotidiano contatto con le persone fragili.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0


Notizie più lette