Cerca

VIDEO

Scopri la gallery

VIDEO

FOTO

Scopri la gallery

FOTO

IL CASO

"Condizioni di lavoro da schiavi, zero diritti, contestazioni disciplinari tutti i giorni anche se ti fermi a parlare"

Sono le critiche mosse alla catena di supermercati Alì da Adl Cobas nella manifestazione di questa mattina

ROVIGO - "Condizioni di lavoro da schiavi, zero diritti, contestazioni disciplinari tutti i giorni anche se ti fermi a parlare", sono alcune delle critiche mosse alla catena di supermercati Alì da Adl Cobas che ha organizzato questa mattina una manifestazione anche davanti all'Alì di Rovigo, a sostegno dei lavoratori di Padova, dove la catena è molto diffusa, che per primi hanno sollevato il problema.

Si trattava, infatti, della giornata di mobilitazione regionale indetta appunto da Adl cobas per rivendicare democrazia e diritti sindacali per i lavoratori nei magazzini Alì a Padova. La protesta è stata pacifica era organizzata in modalità boicottaggio: invitati i clienti, con volantini consegnati fuori dal supermercato, ad evitare di entrare e comprare da un'altra parte. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Impostazioni privacy