05/12/2020

VIABILITA’

Residenti in attesa di una soluzione definitiva al problema

“Il sindaco dissuada gli accertatori dal comminare altre multe a chi abita in questa zona. Ci sentiamo vessati, e non ne possiamo più”

Sottopasso Via Forlanini 3

Sottopasso Via Forlanini 1

ROVIGO - Via il divieto di sosta dal “binario morto” di via Forlanini, oppure “realizzate un nuovo parcheggio, da destinare ai residenti”. In ogni caso, in attesa di una soluzione definitiva al problema “il sindaco dissuada gli accertatori dal comminare altre multe a chi abita in questa zona. Ci sentiamo vessati, e non ne possiamo più”.

Una ventina di residenti di via Forlanini ha scritto al indaco Edoardo Gaffeo per chiedere una soluzione al problema delle multe per divieto di sosta che da tempo affligge la zona. Stiamo parlando del troncone che si stacca da quello che è l’attuale tratto principale della strada che collega la circonvallazione a Grignano, e raggiunge quello che un tempo era il vecchio passaggio a livello. Questa strada, da quando le sbarre si sono abbassate per l’ultima volta e il traffico di passaggio è stato deviato interamente sul sottopasso, viene percorsa di fatto soltanto dai residenti e dai loro ospiti. Il divieto di sosta che esisteva prima, in elevate condizioni di traffico, ora - in una strada prettamente di vicinato - non ha più ragione d’esistere. Eppure le multe, ciclicamente, continuano a fioccare.

“Troppo facile e poco civile far cassa in questo modo - si lamentano i residenti nella lettera al sindaco - rinnoviamo l’invito alla rimozione della segnaletica di divieto di sosta, stanchi di pagare somme in denaro”. I residenti si sentono vittime “di una vera e propria vessazione: quei segnali avevano un significato solo quando era aperto il passaggio ferroviario”. La richiesta è conseguente: levare il cartello di divieto o, in alternativa “dissuadere i rilevatori dall’applicare ingiustificate quanto ingiuste sanzioni ai proprietari di auto parcheggiate davanti a casa propria. Diversamente, dove si possono parcheggiare le auto, atteso il fatto che il Comune non ha mai realizzato un parcheggio in zona? E i parenti e i figli che vengono a trovare i residenti dove possono lasciare in sosta le auto?”. Automatico l’invito al sindaco a “predisporre un’area idonea al parcheggio auto e nel contempo dissuadere i rilevatori di sosta dall’elevare sanzioni”. In attesa, ovviamente, di eliminare il divieto.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette