27/10/2020

SOLIDARIETA’

“Un pasto al giorno” per i "nuovi poveri" della pandemia

Questa la missione dei volontari della Comunità Papa Giovanni XXIII in piazza il 26 e 27 settembre

“Un pasto al giorno” per i "nuovi poveri" della pandemia

ROVIGO - Combattere le nuove povertà con un segno concreto, come una vera comunità: con questa missione i volontari della Comunità Papa Giovanni XXIII tornano nelle piazze di Rovigo il 26 e il 27 settembre con l’iniziativa solidale “Un pasto al giorno”. Un impegno che, in questa fase difficile, guarda soprattutto a quelli che vengono chiamati “nuovi poveri”, coloro che hanno perso tutto a causa della pandemia di Covid-19 e che fino a poco fa riuscivano a cavarsela seppur in un equilibrio precario. Per molti il coronavirus ha significato proprio questo: nel solo mese di giugno in Italia i cosiddetti “nuovi poveri”, secondo una rilevazione della Caritas, sono stati il 34% del totale di coloro che si sono rivolti alle strutture di sostegno. Persone che riuscivano a garantirsi appena il necessario, l’essenziale, e che ora devono fronteggiare problemi gravi legati alla perdita del lavoro, alle difficoltà nel pagamento di bollette, affitti e mutui, ma anche a disagi psicologici e relazionali. C’è anche chi è stato costretto a rinviare cure e assistenza sanitaria e situazioni che, se prima erano difficili, adesso sono diventate drammatiche. Proprio per questo diventa ancora più cruciale il contributo di chi si impegna per dare un supporto a tutte queste persone messe a dura prova dalle conseguenze del virus.

Durante l’iniziativa del 26 e 27 settembre, che si terrà a Rovigo e contestualmente nelle città di tutta Italia ci sarà modo per portare a casa un segno concreto di accoglienza e solidarietà verso chi ha più bisogno. La comunità, infatti, attraverso il contributo degli artisti dell’associazione Autori di immagini, ha realizzato una collezione di tovagliette all’americana: un oggetto simbolico che rappresenta il posto preparato per qualcuno alla propria tavola. Ecco perché partecipare all’iniziativa e portarsi a casa le tovagliette di “Un pasto al giorno” significa “prenotare” un posto alla tavola della comunità per chi oggi non riesce a provvedere da solo al cibo.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Notizie più lette