22/09/2020

CARABINIERI

Perquisizione per possesso di sostanze stupefacenti: aizzano il cane contro i carabinieri

In arresto due giovani residenti ad Argenta

Aggrediti e morsi a sangue cane e padrona

ROVIGO - Nella tarda serata di ieri, i carabinieri delle stazioni di Portomaggiore e di Argenta hanno arrestato P.M., 31enne originario della provincia di Lecce, e G.G., 24enne originaria della provincia di Rovigo, già noti alle forze dell'ordine, conviventi e residenti ad Argenta, per i reati di violenza e minaccia aggravate, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate a pubblico ufficiale.

"Nel contesto di un’attività di polizia giudiziaria mirata al contrasto dei reati inerenti le sostanze stupefacenti e contro il patrimonio nell’ambito dei Comuni di Portomaggiore ed Argenta - spiega la nota stampa - nel pomeriggio di ieri i militari delle citate stazioni hanno dato corso ad una perquisizione domiciliare e personale a carico dei suddetti delegata dalla Procura della Repubblica di Ferrara. Nel corso delle operazioni, però, i due, con il chiaro intento di sviarne l’operato, hanno opposto resistenza attiva nei confronti dei Carabinieri, tanto che P.M. ne ha aggrediti due con morsi e graffi (i militari hanno riportato 5 gg di prognosi ciascuno) e G.G. ha aizzato ripetutamente il proprio cane (un molossoide di razza Dogo Argentino) contro gli operanti facendolo avventare su di loro per evitare che immobilizzassero il compagno. Una volta bloccati e messi in sicurezza, i due sono stati dichiarati in arresto e condotti in caserma dove hanno proseguito la condotta violenta nei confronti dei militari".

"P.M. e G.G. nella circostanza sono stati anche denunciati in stato di libertà per il reato di ricettazione aggravata poiché nel corso della perquisizione sono stati trovati in possesso di una bicicletta provento furto (subito restituita al legittimo proprietario) e di altro materiale di dubbia provenienza (una e-bike del Comune Ferrara, tre decespugliatori/tosaerba, un’accetta, una mannaia agricola, un arco con una freccia appuntita ed un coltello) che è stato posto sotto sequestro in attesa della verifica sulla reale provenienza. Al termine delle operazioni i due arrestati sono stati sottoposti al regime degli arresti domiciliari presso la loro abitazione, in attesa del processo con rito direttissimo".

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette