24/09/2020

Palazzo Roncale

"La Quercia di Dante" va in vacanza

Riaprirà i battenti con la mostra di Chagall che durerà fino al gennaio prossimo

"La Quercia di Dante" va in vacanza

ROVIGO - La mostra “La Quercia di Dante”, allestita a Palazzo Roncale ha chiuso i battenti e riaprirà in parallelo all’apertura al pubblico della grande mostra su Chagall allestita a Palazzo Roverella. Accompagnerà poi il percorso temporale della mostra di Chagall, sino al 17 gennaio 2021.

Rovigo potrà così contare su una doppia offerta espositiva e su una raddoppiata attrattività, considerando la gratuità di ingresso della mostra “Visioni dell’Inferno. Dorè, Rauschenberg, Brand” e della Quercia dantesca. Le due sedi espositive sono l’una di fronte all’altra, per cui il visitatore di Chagall avrà l’opportunità di ammirare anche l’esposizione al Roncale. Ogni fine settimana, nonostante gli accessi contingentati imposti dal Covid-19, sono state tra le 150 e le 200 le persone che hanno scelto di andare al Roncale per ricordare la Grande Quercia ed ammirare le opere di Gustave Dorè, Robert Rauschenberg e Brigitte Brand che illustrano la prima cantica della Commedia.

“La Quercia di Dante” aveva aperto le porte lo scorso 28 febbraio ma data l’emergenza sanitaria è stata subito chiusa. A seguito delle nuove disposizioni, lo scorso maggio è stata riaperta, limitatamente però ai soli fine settimana ottenendo l’importante successo di pubblico che l’ha portata a quasi 1.200 visitatori in soli 9 weekend di apertura. In questi mesi, nonostante sia rimasta quasi costantemente preclusa alle visite, l’esposizione è stata oggetto di un’ampia attenzione dei media nazionali, con molti, importanti servizi nei quotidiani, nei periodici e in tv. La storia della Quercia di Dante è diventata popolare ed è cresciuto il numero di persone che si recano a San Basilio alla scoperta dei luoghi della Grande Quercia.

Una menzione particolare per l’Accademia dei Concordi e del seminario vescovile di Rovigo a Palazzo Roverella, che è stata aperta da fine maggio e che chiuderà il prossimo 19 luglio. Come per la mostra “La Quercia di Dante”, anche la Pinacoteca, che ospita un’importantissima antologia di arte veneta, è stata aperta, rispettando le misure anti covid, solo nei fine settimana, totalizzando quasi 700 visitatori.

LASCIA IL TUO COMMENTO:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

LE ALTRE NOTIZIE:

Notizie più lette